3, 2, 1… tiramo un calcio alle cattive abitudini

3, 2, 1… tiramo un calcio alle cattive abitudini

L’inciviltà e la barbarie anche quest’anno avranno il sopravvento a Taranto? Lo scorso anno la Ringhiera documentò con foto e filmati le storie di ordinaria follia che accompagnarono la notte di San Silvestro (2015/’16). Gli spari con armi da fuoco, le strade invase da ogni genere di spazzatura, i cassonetti dati alle fiamme. Insomma, un campionario purtroppo vasto, che sembra arricchirsi sempre di più. Sicuramente stanotte alcune di quelle scene si ripeteranno, ma si tratta di un copione che nessuno ci obbliga a recitare. Se accade è solo colpa nostra. Eppure, basta poco per cambiare. Un calcio alle cattive abitudini, un abbraccio ed un bel brindisi al nuovo anno.


Dal canto loro le forze dell’ordine sono al lavoro per garantire un Capodanno in tranquillità ai tarantini. Ecco le misure predisposte da polizia e carabinieri.
“La Questura ha rafforzato il dispositivo di sicurezza al fine permettere ai residenti della provincia jonica di festeggiare serenamente il nuovo anno.  In aggiunta agli ordinari servizi di controllo del territorio basati sull’apporto delle pattuglie di Volante e della Squadra Mobile, sono stati predisposti straordinari servizi anticrimine con l’impiego di equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine provenienti da Bari e da Lecce.
Particolare attenzione sarà rivolta per contrastare la vendita di fuochi d’artificio illegali: poliziotti della Squadra di Controllo della Polizia Amministrativa e Sociale, per tutta la giornata del 31 dicembre, effettueranno mirati servizi per contrastare il commercio abusivo del suddetto materiale e per impedire la vendita di artifizi non in regola con le vigenti norme di sicurezza. Analoghi servizi verranno svolti dagli uomini e dalle donne della Polizia di Stato in servizio ai Commissariati del capoluogo e della Provincia, sempre con l’intento di assicurare il sereno godimento del fine anno e, all’occorrenza, di prestare un pronto ed efficace intervento.
Personale della Polizia Stradale sarà impegnato per assicurare l’ordinata viabilità provinciale e, all’occorrenza, effettuerà mirati controlli contro la guida in stato d’ebbrezza alla quale ultima sono imputabili incidenti che spesso coinvolgono ignare vittime e interi nuclei familiari. Anche gli altri Uffici delle specialità, come la Polizia Ferroviaria, hanno rafforzato i rispettivi servizi per mantenere alti i livelli di sicurezza. Questo dispositivo si aggiunge agli ulteriori servizi che vedono impegnati equipaggi della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale nelle principali piazze e lungo le vie della città per assicurare a tutta la cittadinanza serene feste natalizie”.



Anche il Comando Provinciale dei Carabinieri di Taranto “ha predisposto un servizio straordinario di controllo del territorio, in sintonia con quanto impartito dalla Prefettura di Taranto in sede di C.P.O.S.P., al quale parteciperanno 335 militari, 163 automezzi (in tinta d’istituto e auto “civetta”) e la motovedetta “Enea Codotto” in dotazione alla Compagnia del capoluogo. L’attività, eseguita con l’ausilio di personale dei Reparti Speciali dell’Arma, è stata pianificata, di concerto ed in forma complementare ai servizi effettuati dalla Polizia di Stato, per assicurare il controllo dell’intero territorio jonico, mediante il monitoraggio e la vigilanza sulle principali arterie stradali, particolarmente trafficate in considerazione delle festività che vedono anche transito di turisti diretti verso le località sciistiche lucane e calabresi, ma anche nei centri abitati e nelle zone rurali dove i militari effettueranno servizi di pattuglia finalizzati alla prevenzione e repressione di reati contro il patrimonio.
Particolare attenzione verrà rivolta, come detto, ai controlli alla circolazione stradale in prossimità dei luoghi di ritrovo, allo scopo di procedere a verifiche sulle condizioni psico-fisiche dei conducenti, specie per quanto riguarda l’abuso di sostanze alcoliche e l’assunzione di stupefacenti, con largo uso dell’etilometro.
Inoltre personale a piedi, in uniforme ed in abiti civili, effettuerà servizi preventivi di vigilanza in prossimità ed all’interno dei centri storici, garantendo sicurezza nelle aree di maggiore concentramento di persone per prevenire e reprimere reati. Nella circostanza, non sarà tralasciata la vigilanza nelle zone urbane meno popolate, per scoraggiare i furti, in particolare quelli ai danni delle abitazioni incustodite ed agli esercizi commerciali e mantenere elevato il livello di controllo delle persone sottoposte a misure limitative della libertà personale.
In mare, l’equipaggio della motovedetta d’altura “Enea Codotto” dell’Arma, effettuerà controlli ad imbarcazioni allo scopo di tutelare la sicurezza della navigazione da diporto lungo le coste della provincia avrà il compito si segnalare eventuali situazioni di rilievo alle pattuglie a terra. Prontamente reperibile ed impiegabile per eventuali sequestri di artifizi pirotecnici di uso proibito, anche la Squadra Artificieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo”.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to