Arbore, tre ore di musica e divertimento con Taranto nel cuore

Arbore, tre ore di musica e divertimento con Taranto nel cuore

A mezzanotte e venti, dopo oltre tre ore, il concerto sembrava appena cominciato. I duemila spettatori che hanno gremito il teatro della Villa Peripato non volevano allontanarsi. E Renzo Arbore, sul palco, li incoraggiava. Artista eccezionale, s’è lasciato cullare dagli applausi e dal calore del pubblico tarantino. Un affetto che lo showman pugliese ha ricambiato e ricordato più volte durante lo spettacolo con l’Orchestra Italiana.


Lo aveva promesso nelle interviste “sarà una festa”, è così è stato. Concerto sold out. Ma il pieno non è stato solo di posti: grande generosità di tutti gli artisti sul palco, entusiasmo alle stelle sotto i pini in una serata di brezza piacevole che ha incorniciato l’evento dell’estate tarantina 2016.



Un successo che si deve all’impegno e alla caparbietà dell’Associazione Giovani Talenti che ha organizzato lo spettacolo e tenacemente creduto nella sua riuscita. Il presidente e il produttore dell’associazione, Vanessa De Geronimo e Enzo Cartellino, hanno consegnato a Renzo Arbore, un omaggio della nostra terra: una preziosa ceramica del maestro Ciro Arces di Grottaglie, realizzata con le antiche tecniche della Magna Grecia. Una bella prova organizzativa sostenuta anche dall’avvocato Lelio Miro, presidente della Banca di Taranto.

Arbore non si è risparmiato. Anzi, si è divertito ed ha divertito oltre che con la musica con i siparietti conditi di comicità senza tempo che attingono dalla migliore tradizione napoletana. Una simpatia innata e spontanea, quella di Arbore, la stessa con la quale lo showman ha apprezzato la t-shirt #ispeakTaranto targata “La Ringhiera” ricevuta in dono da chi scrive e dal collega Angelo Di Leo.

Arbore e l’Orchestra Italiana hanno suonato, cantato, entusiasmato per più di tre ore, ininterrottamente, alternando momenti di grande pathos, di musica colta e popolare, ma sempre di altissima qualità tecnica ed interpretativa. Il concerto è stato introdotto dalla giornalista Sara Trovato ed è cominciato con la dedica di Arbore al compositore tarantino Mario Costa (GUARDA IL VIDEO), autore di alcune delle più belle melodie della canzone napoletana: “il più grande di tutti”, ha detto lo showman prima di intonare “Era de maggio”.


Se Napoli, la Puglia, il Sud dell’Italia, sono i luoghi del cuore di Arbore, la sua formazione musicale è venata di ritmi jazz, soul, blues, perfettamente miscelati ed eseguiti in uno show che vorresti non finisse mai e che, come il celebre “Materasso”, ci regala un po’ di fe-li-ci-taà.

 


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled