Arcelor Mittal, consegnato al Governo il nuovo piano industriale. Tensione a Taranto

Arcelor Mittal, consegnato al Governo il nuovo piano industriale. Tensione a Taranto

Scadenza rispettata per Arcelor Mittal. Alle 18 circa i vertici dell’azienda siderurgica hanno consegnato al Governo il nuovo piano industriale 2020-2025 per gli stabilimenti ex Ilva. A dare la notizia dell’avvenuto invio del documento è l’agenzia Adnkronos.


Questa sera sono scaduti i 10 giorni concessi dal ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli al termine della video conferenza dello scorso 25 maggio. Risale a marzo, invece, l’accordo tra i Commissari di Ilva in amministrazione straordinaria e Arcelor Mittal con il quale è stato modificato il contratto di affitto delle acciaierie.



A Taranto c’è grande tensione e preoccupazione nel più grande stabilimento siderurgico di Europa. Questa mattina un gruppo di operai in cassa integrazione ha manifestato spontaneamente dinanzi alla Portineria A del centro siderurgico. Situazione precaria anche tra i dipendenti delle imprese dell’appalto a causa dei forti ritardi con cui Mittal paga fornitori e aziende.

Ieri, infine, a poche ore dalla scadenza dei dieci giorni per la presentazione del piano industriale, è arrivato l’annuncio del ricorso a nove settimane di cassa integrazione ordinaria per 8157 dipendenti a partire dal prossimo 6 luglio, pari all’intero organico dello stabilimento di Taranto. Un atteggiamento che stride con quanto recentemente dichiarato dall’ad di AMI Lucia Morselli, in ordine alla volontà di confermare l’impegno per l’ex Ilva.


Annunci


Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled