ArcelorMittal, da Taranto a Roma. Il giorno della protesta [VIDEO]

ArcelorMittal, da Taranto a Roma. Il giorno della protesta [VIDEO]

Si concluderà alle 7 di mercoledì 11 dicembre lo sciopero indetto da Fim, Fiom, Uilm nello stabilimento ArcelorMittal di Taranto. Massiccia l’adesione che secondo il sindacato ha toccato percentuali tra l’80 e il 90%. All’agitazione hanno aderito anche i lavoratori dell’indotto ex Ilva. La protesta rientra nell’ambito della mobilitazione nazionale indetta da Cgil, Cisl, Uil che si è conclusa con la manifestazione in Piazza Santi Apostoli con gli interventi dei segretari nazionali.


La vertenza ArcelorMittal ha rivestito un ruolo di primo piano. Da Taranto lunedì notte sono partiti 20 bus organizzati da Fim, Fiom, Uilm, con circa 1000 operai che hanno partecipato alla manifestazione (guarda il video in coda a questo articolo, ndr). Intanto, giovedì 12 dicembre, è in programma un nuovo incontro a Roma con i vertici del Gruppo franco-indiano che hanno manifestato la volontà di lasciare l’Italia e che come contropartita per continuare a gestire l’ex Ilva, hanno chiesto 4700 esuberi nel solo stabilimento di Taranto.



Ha scioperato anche l’Usb che, però, non ha partecipato alla manifestazione di Roma. L’Unione sindacale di base, infatti, chiede la chiusura delle fonti inquinanti e il parallelo avvio di un piano di riconversione industriale, economica e di bonifica del territorio. Delegati e iscritti dell’Usb hanno tenuto un presidio dinanzi alla direzione dello stabilimento siderurgico di Taranto.


Annunci

Dove andare a Taranto