Avvocati, clima già caldo per il rinnovo dell’Ordine

Avvocati, clima già caldo per il rinnovo dell’Ordine

E’ già incandescente il clima tra gli avvocati della provincia di Taranto chiamati al rinnovo delle cariche dell’Ordine professionale. Probabilmente il fuoco delle polemiche non si è mai spento, ma ora emerge pubblicamente. Il primo a scendere in campo è stato l’avvocato Egidio Albanese che venerdì scorso ha presentato la sua squadra di candidati ed ha avanzato alcune proposte.


Proprio su una di queste interviene l’avvocato Rosario Levato, presidente facente funzione dell’Ordine, subentrato all’avvocato Vincenzo Di Maggio, dimessosi perchè diventato Consigliere nazionale forense. Levato dichiara di aver appreso dalla stampa che Albanese ha inviato al sindaco di Taranto una richiesta per ottenere zone parcheggio vicino al tribunale riservate agli avvocati.



Una battaglia che Levato condivide, ma sulla quale precisa alcune cose. “Mi corre l’obbligo di ricordare che il presidente Di Maggio, con il maggior numero dei suoi consiglieri, ha già inviato al Sindaco di Taranto con una lettera (in coda a questo articolo, ndr), una ragionevole richiesta di parcheggi riservati agli avvocati al costo complessivo, dalle ore 08,30 alle ore 13,00, di un solo euro. Probabilmente alcuni dei consiglieri, oggi al fianco dell’avv.Albanese, sul punto sono stati distratti nel corso della consiliatura e poco attenti oggi”.

Levato solleva una questione. “E’ di tutta evidenza – scrive – come quanto affermato dall’avv. Albanese e dai componenti di Insieme per l’Ordine con Egidio Albanese Presidente ha il sapore di promessa elettorale che essi sanno difficilmente poter essere mantenuta loro tramite, considerati i rapporti non certo idilliaci intercorrenti tra Albanese e il sindaco di Taranto”.

A conferma di quanto sostenuto il presidente facente funzione degli avvocati propone una lettura politica di alcuni fatti. “Qualcuno forse dimentica – scrive Levato – che l’avv. Albanese nell’ottenere l’elezione quale Presidente del Consorzio Trasporti Provinciale entrò in rotta di collisione con il primo cittadino che sosteneva altro candidato e che nel corso delle elezioni per la Presidenza della Provincia sostenne l’elezione dell’attuale presidente Giovanni Gugliotti in contrapposizione alla candidatura del sindaco Melucci”.


Ritornando al merito della vicenda Levato spiega che “la richiesta formulata da Vincenzo di Maggio ha prodotto una valutazione dell’ente civico che ha comunicato doversi confrontare, per la soluzione del problema, con la partecipata Amat, titolare della gestione dei parcheggi, come dovrebbe ben sapere Egidio Albanese, essendo Presidente anche del Consorzio Trasporti Provinciale di Taranto”.

Intanto, un’altra lista si presenta ai 3500 avvocati della provincia di Taranto. Si tratta di Rinnovamento del Consiglio dell’Ordine con Mirella Casiello Presidente. La compagine sarà presentata l’1 aprile a mezzogiorno al Gran Caffè, in via Sabato (angolo via Abruzzo). Saranno illustrati il programma elettorale e sarà fatto “il punto della situazione alla luce della normativa che ha definitivamente chiarito la impossibilità di ricandidarsi per tutti coloro che hanno già espletato due mandati consecutivi”.

Lettera Di Maggio


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to