Battafarano: Sul dissesto la tesi di Guadagnolo è infondata

Battafarano: Sul dissesto la tesi di  Guadagnolo è  infondata

(Video) ‘Non ho letto il libro di Mario Guadagnolo “La verità sul dissesto” ma ho ascoltato il suo intervento a Palazzo di Città la sera del 23 novembre e ho letto la sua ampia intervista alla Gazzetta Taranto il giorno dopo’.


Cosi Giovanni Battafarano, ex sindaco di Taranto e parlamentare Ds ai tempi del sindaco Di Bello. Battafarano era capo della segreteria tecnica del ministro del Lavoro, Damiano, nei giorni della dichiatazione del dissesto.



‘La tesi di Guadagnolo mi pare chiaramente infondata – sostiene sul suo profilo Fb – L’Idea che il sindaco Di Bello non sapesse niente del fortissimo buco nel Bilancio, a causa della reticenza dei funzionari infedeli, cozza con l’elementare buon senso e con la responsabilità degli amministratori. Il sindaco e la Giunta hanno il dovere di informarsi e di convocare periodicamente i dirigenti delle Finanze comunali. L’eredità delle Amministrazioni precedenti ha scarso rilievo giacché la Giunta Carducci Battafarano nel 1991 aveva cancellato tutti i debiti fuori bilancio. La tesi che il commissario prefettizio Tommaso Blonda, nominato dal Ministro Pisanu (centro destra) volesse inizialmente evitare il dissesto e avesse invece cambiato opinione con l’avvento del Governo Prodi (centro sinistra), non tiene conto della dirittura morale di Blonda e del Ministro dell’Interno del Governo Prodi (Giuliano Amato). Distinguo. L’Amministrazione Di Bello ha provocato il dissesto o comunque non è stata in grado di evitarlo. Dopo l’avviso di garanzia ricevuto, Rossana Di Bello si è dimessa e si è comportata con grande dignità e per questo merita rispetto. Perché allora avviare questa operazione infondata? – si chiede infine Battafarano –  Non c’è il rischio di promuovere l’ennesima operazione di auto assoluzione tanta cara a noi tarantini e di scaricare le colpe nostre su altri?’


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to