Battista attacca Melucci ed Emiliano: “Chi difende i tarantini?”

Battista attacca Melucci ed Emiliano: “Chi difende i tarantini?”

Non molla la presa, Massimo Battista. E non le manda a dire  su Fb, dove al tema Mittal dedica un post nel quale attacca senza mezzi termini il governatore della Puglia e il sindaco di Taranto, il giorno dopo la conferenza stampa che Emiliano e Melucci hanno tenuto  con  l’amministratrice delegata di Mittal Italia, Morselli, sui crediti dell’indotto messi all’incasso.


Il consigliere comunale di opposizione stigmatizza la presenza in fabbrica di sindaco e governatore… ma soprattutto si mostra colpito negativamente da alcune dichiarazioni rese alla stampa, con riferimento alla favorevole dichiarata sorpresa di trovarsi finalmente dentro il recinto Mittal, “omettendo una cosa fondamentale: che ad oggi i Mittal sono gestori e non proprietari e lo stabilimento e di proprietà dello Stato italiano e sorge nel capoluogo Jonico”, scrive provocatoriamente.  Battista colloca gli ultimi eventi nel clima pre elettorale (Regionali 2020) non mette da parte la richiesta avanzata da Mittal circa gli esuberi, la reazione dell’azienda alla cancellazione dello scudo penale, e ricorda come “al di la delle frasi ad effetto, andrà via comunque. Il suo arrivederci è solo rimandato di qualche mese, tempo di prendere e programmare  le ultime cose per portare a termine il suo piano strategico. In un paese normale la famiglia Mittal sarebbe stata cacciata  immediatamente” attacca Battista che bocciando su tutta la linea le azioni politiche di Melucci ed Emiliano  e giudica “i cittadini di Taranto ostaggi nella loro città”.




Annunci

Dove andare a Taranto