Battista e Corvace: “Altro che rinascita, ennesimo rimpasto a Taranto”

Battista e Corvace: “Altro che rinascita, ennesimo rimpasto a Taranto”

Undici assessori sostituiti in 35 mesi, una media di uno ogni tre mesi. Su questi “numeri” si soffermano due consiglieri comunali di Taranto: Rita Corvace e Massimo Battista, entrambi indipendenti e all’opposizione.


“Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, tra un selfie e un buffet – scrivono in un comunicato stampa congiunto – dopo l’ennesima posa della prima pietra azzera nuovamente la Giunta comunale, nominando una nuova squadra di assessori. Purtroppo le elezioni regionali sono alle porte e i consiglieri comunali di maggioranza, in tanti papabili candidati per un posto in Consiglio regionale, fanno la voce grossa”.



Corvace e Battista rilevano che “a distanza di pochi mesi dall’ultimo azzeramento di giunta siamo a quota 11 assessori sostituti, media niente male in soli 35 mesi, uno ogni 3 mesi. Questa volta a farne le spese sono l’assessore all’urbanistica Ressa, quello dei video meravigliosa Taranto, e la Cinquepalmi assessore alla Pubblica Istruzione. La domanda che dovrebbero farsi i tarantini ma come si può parlare di futuro e cambio di rotta in questa città se ogni 4/5 mesi si azzera una Giunta?”.

Battista e Corvace si interrogano anche sul ruolo dell’informazione: “Come può crescere una città se la maggior parte della stampa sotto il comando dei propri Editori si accontenta di pochi spiccioli e racconta quello che fa più comodo?” Poi Battista parla in prima persona: “In questi giorni ho riflettuto tanto – afferma – il mio silenzio non è causale, nulla succede per caso, gli ultimi avvenimenti accaduti nelle ultime settimane vedi la questione Amiu ne sono una riprova, sperando che sia solo l’inizio”.

“Mi rendo sempre più conto – continua Battista – che il sistema è malato. Come ho sempre fatto per la stima e il rispetto dei tantissimi cittadini che mi hanno votato continuerò la mia battaglia a fari spenti e senza tentennamenti, tenendo alta la guardia. Quando sarà il momento spiegherò pubblicamente, rendendo partecipe la cittadinanza, quella vera che non fa accordi sottobanco”. In chiusura, l’auspicio congiunto di Battista e Corvace affinchè prevalgano “gli interessi per la città”.



Annunci

Dove andare a Taranto