Bellofatto, lettura alternativa della Puglia in 17 racconti (e foto)

Bellofatto, lettura alternativa della Puglia in 17 racconti (e foto)

Diciassette racconti corredati da altrettanti scatti fotografici per omaggiare in maniera originale la bellissima e complessa Puglia. “Perché in fondo, “’erba è la nostra, è di tutti. E bisogna portarle gran rispetto”. Bellofatto, Il tour tra briganti, brigadier, santi e abitanti“.


Vito Carenza (Les Flâneurs -Edizioni Trocadéro) ha firmato questa interessante raccolta uscita a febbraio. «Io non gioco più con le pistole, né mai sono stato il bullo che si temeva diventassi, ma un combattente sì, sul filo del rasoio vinco e perdo con questa bella terra stronza»



TRAMA. Bellofatto nasce dallo sviluppo di precedenti articoli pubblicati su PugliAround.com, caratterizzati da una lettura alternativa della regione. In quest’opera l’autore piantuma racconti che danno vita a una foresta con un labor limae naturale senza lasciare nulla al caso. Una ramanzina che tratta, anche con ironia, tematiche care al turismo e alla società di cittadini-turisti dei propri luoghi. Tradizione, ospitalità o accoglienza che dir si voglia, salvaguardia ambientale e integrazione, le stesse criticità contengono una radice da cui generare una migliore novità. L’organizzazione è quella di una guida fisica, dotata di un corpo e di una voce che si apre e si dà ai luoghi della Puglia, terra ancora di frontiere ideali e campanili, abolite dai personaggi attenti a non fare ciò che sanno non potersi permettere: la morale. Ciascuno sente di doversi mettere in pari con la coscienza, chi con la propria, chi con quella collettiva. Tale percorso è l’occasione del viaggio, e l’andare di uomini e lingue, entrambi migranti, che si raccontano in casa altrui; azioni che si svolgono quasi sempre fuori dal punto di origine del protagonista, perché ogni uomo è forestiero, ospite di qualcun altro.

Vito Carenza (Mottola, 1965) è laureato in Lingue e letterature straniere. Operatore turistico e blogger, è stato finalista di due concorsi letterari: Giovane Holden e Il Federiciano. Alla sua professione mescola la formazione letteraria e linguistica, e viceversa come emerge da questo esordio alla narrativa. L’attenzione rivolta al lettore traspare dall’uso diverso di lingue e dialetti e dalla scelta di parole che lascia il viaggiatore libero di scegliere la pronuncia e l’accezione. È il gioco e la provocazione delle avanguardie riadattati per l’arricchimento della tradizione e la lotta alle criticità. Les Flâneurs Edizioni nasce nel 2015 grazie a un gruppo di giovani amanti della Letteratura. Il termine francese “flâneur” fa riferimento a una figura prettamente primo novecentesca d’intellettuale che, armato di bombetta e bastone da passeggio, vaga senza meta per le vie della sua città discutendo di letteratura e filosofia. “come allora, la casa editrice si pone come obiettivo la diffusione della cultura letteraria in ogni sua forma, dalla narrativa alla poesia fino alla saggistica, con indipendenza di pensiero e occhio attento alla qualità”.


Annunci


Dove andare a Taranto