Bilancio, il primo bivio per Melucci. Ecco la rotta del Pd

Bilancio, il primo bivio per Melucci. Ecco la rotta del Pd

“Nel prossimo Consiglio comunale inizieremo a dare risposte concrete alla città: dal rifinanziamento del progetto ludico-educativo rivolto ai bambini ricoverati in ospedale, al sostegno economico nei confronti delle famiglie disagiate che non riescono a fare fronte al pagamento della bolletta del gas o che hanno necessità di un aiuto per pagare l’affitto domestico, senza trascurare la messa a norma delle strutture sportive e la manutenzione delle strade e caditoie”.


Il capogruppo Pd, Gianni Azzaro,  presenta gli emendamenti predisposti dal suo partito. gli undici democratici domani avranno un ruolo decisivo. Il bilancio constuntivo 2016, ereditato dall’Amministrazione Stefàno, non convice e soprattutto si è giadagnato i pesanti rilievi dei revisori dei conti che di fatto ne bocciano le gravi lacune (manca lo stato patrimoniale, ad esempio. Con il consuntivo, in agenda domani c’è anche il requilibrio dei conti. Ed è qui che Azzaro si sofferma.



“Sono questi, infatti, alcuni degli interventi che – in materia di riequilibrio di bilancio pluriennale – verranno sottoposti all’assise comunal” dice il, capogruppo in una nota ufficiale che apre le danze. “Provvedimenti che non hanno e non possono avere colore politico, ma che mirano al miglioramento delle condizioni di vita dei nostri concittadini. Per giungere a questo risultato, il gruppo del Partito Democratico, unitamente al consigliere comunale Dante Capriulo, titolare della delega fuori Giunta alla Programmazione finanziaria, ha avviato una serie di incontri con i dirigenti della pubblica amministrazione al fine di monitorare le criticità che richiedono risposte urgenti. È stato così possibile appurare  – spiega Azzaro – che vi sono in cassa circa due milioni di euro che potranno essere ripartiti pressoché equamente per aiutare le famiglie che non riescono a saldare le fatture relative al gas e per erogare contributi straordinari e contributi abitativi a cittadini in stato di bisogno. Inoltre, grazie ad una ricognizione sulle risorse stanziate ma non ancora impegnate (che possono quindi essere spostate in altri capitoli di spesa), abbiamo verificato che esistono margini di manovra per evitare che il progetto ludico-ricreativo rivolto ai bambini ospedalizzati si interrompa il 26 ottobre per mancanza di fondi. Uno specifico emendamento infatti stanzia 20.000 euro sino alla fine dell’anno e garantisce copertura al servizio sino al 2020. Con le stesse risorse inoltre si potrà provvedere alla manutenzione delle strade e delle relative caditoie. Un secondo emendamento, infatti, dirotta in favore di questo specifico ambito d’intervento ben 230 mila euro”.

Secondo il capogruppo Pd, “ulteriori interventi sono inoltre previsti per far tornare a vivere le tante strutture sportive del territorio bisognose di interventi di messa a norma e per l’avvio della progettazione del nuovo Piano Urbanistico Generale. Si tratta di una serie di segnali di fondamentale rilevanza nei confronti della città. È importante infatti restituire alle persone, sotto forma di servizi e contributi, le risorse frutto dell’imposizione fiscale. È importante avere a cuore le esigenze degli ultimi senza per questo dimenticare le necessità del resto della popolazione.  Non si tratta di aumentare la spesa o di produrre debiti. Si tratta di gestire al meglio le risorse che ci sono, con equità e giustizia”.


Annunci


Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled