Bologna, 2 agosto 1980, ore 10,25: la strage neofascista… senza mandanti

Bologna, 2 agosto 1980, ore 10,25: la strage neofascista… senza mandanti

Sono le 10:25 del 2 agosto 1980, una bomba esplode nella sala d’attesa di seconda classe della stazione di Bologna.


Muoiono 85 persone, i feriti saranno 200 molti dei quali portano ancora i segni della deflagrazione. E’ un’azione feroce, indiscriminata, colpisce al cuore della giovane Democrazia italiana dopo Piazza Fontana e piazza della Loggia, dopo le bombe sui treni. Bologna è lo snodo scelto per alzare il livello della strategia della tensione che tiene sotto scacco il Paese, in un quadro internazionale delicato.



Le vittime provenivano da 50 città diverse, tra loro trentatre avevano tra i 18 e i 30 anni, sette tra i 3 e i 14 anni. Così come giovani sono gli esecutori materiali riconosciuti dalla Giustizia: Valerio Fioravanti, 22 anni all’epoca dei fatti, Francesca Mambro, 21; Luigi Ciavardini, 17 (processo a parte, Tribunale dei Minori): neofascisti dei Nuclei Armati Rivoluzionari. Per la strage di Bologna si sono sempre proclamati innocenti. Lo scorso gennaio è stato condannato in primo grado Gilberto Cavallini: nel 1980 aveva 27 anni. C’è un quinto indagato, è Paolo Bellini di Avanguardia Nazionale: per lui è stato chiesto il rinvio a giudizio. Fioravanti e Mambro hanno intanto scontato la pena, sono liberi.

Un altro processo si è occupato di chi ha lavorato per depistare gli inquirenti, l’immancabile P2 la cui ombra si è sempre allungata sullo Stivale negli anni dei massacri della “tensione”: da Milano in piazza Fontana (12 dicembre 1969) all’Italicus (4 agosto 1974), passando per Peteano (31 maggio 1972), Milano (17 maggio 1973) e Brescia (28 maggio 1974).

Della bomba alla stazione di Bologna non si conoscono i mandanti. Non ci resta che immaginarli. Potrebbero essere già tutti morti, perchè alla fine è il tempo l’unico, vero, giudice implacabile. Ma la verità è un diritto che andrà per forza scritto sui linri di storia. Dunque, la ricerca continua…



Annunci

Dove andare a Taranto

Magna Grecia Festival: a Taranto l'incanto del tramonto, la magia della musica
from to
Scheduled
Diodato al Cinzella Festival. Ecco il programma completo
from to
Scheduled