Bonus, due professionisti su 5 lo hanno chiesto a marzo. E adesso?

Bonus, due professionisti su 5 lo hanno chiesto a marzo. E adesso?

Non è chiaro se a questo giro di indennizzi annunciato dal Governo le partite Iva iscritte alle casse professionali, secondo i criteri di reddito già osservati per i bonus di marzo-aprile e maggio, saranno coinvolte.


Intanto, questo il bilancio della prima stagione di bonus reso dall’Adepp, l’associazione degli enti previdenziali privati, e rilanciato da inpginotizie:



“Le Casse dei professionisti hanno attivato, sin dai primi di marzo, numerose misure di welfare ad hoc per fronteggiare la pandemia legata a Covid19 anticipando e gestendo i bonus previsti dal governo per l’emergenza (600-1000 euro mensili). Hanno offerto assistenza fiscale, la possibilità di proroghe, rateizzazioni e l’annullamento degli interessi e delle sanzioni e, in alcuni casi, anche deroghe al criterio e al requisito della regolarità contributiva per poter accedere ai sussidi. Ad oggi, secondo il primo rapporto sul Welfare di Adepp (Associazione degli Enti Previdenziali Privati) che è stato illustrato a Roma, le richieste di bonus statale avanzate dai professionisti sono state 495 mila. Nello specifico, due professionisti su cinque hanno presentato la domanda. I Geometri e i Biologi (Enpab) sono coloro che hanno maggiormente richiesto ed usufruito del bonus statale, seguiti da Inarcassa (Ingegneri e Architetti), Enpap (Psicologi), ed Avvocati (CF). Sotto il 10% le richieste avanzate dai Farmacisti (Enpaf) e Notai.
In totale, il 38% dei professionisti ha fatto richiesta del Bonus Covid19 ai rispettivi Enti di categoria. La spesa complessiva per le prestazioni di welfare erogate dalle casse nel 2019 ammonta a 509 milioni di euro. “Sono state implementate – si legge nel rapporto – misure rivolte ai singoli professionisti e a sostegno della loro attività professionale, concedendo ulteriori bonus cumulabili con l’indennizzo pubblico, finanziamenti a tasso zero, contributi per i canoni di locazione dello studio professionale e per l’acquisto di beni strumentali, agevolazioni per il credito anche mediante la stipula di nuove convenzioni con banche e assicurazioni”.

Cliccando qui è possibile consultare e scaricare il rapporto completo sul Welfare di Adepp


Annunci


Dove andare a Taranto