Calcio, Gravina vietata ai tifosi del Taranto

Calcio, Gravina vietata ai tifosi del Taranto

La Questura di Bari, sentite le varie valutazioni ed osservazioni in merito alla gara di campionato in programma domenica 03 marzo presso lo stadio di Gravina in Puglia tra Gravina e Taranto, ha espresso parere negativo in merito alla presenza della tifoseria tarantina per problematiche legate alla sicurezza.


Lo comunica il Taranto FC 1927. La società “accetta con rammarico tale provvedimento – si legge in una nota – in quanto per tutta l’annata sportiva la tifoseria ionica ha sempre dato grande prova di lealtà, sportività e maturità. Principi messi in evidenza anche allo Iacovone dimostrando sempre tangibile ospitalità nei confronti delle tifoserie ospiti”.



La società rossoblu auspica che “gli organi competenti tengano in seria considerazione questi aspetti e comprendano che il Taranto FC 1927 non può essere costantemente penalizzato e privato dell’apporto dei suoi encomiabili tifosi”. Fischio di inizio alle 15.

Sui divieti imposti alla tifoseria tarantina interviene il consigliere regionale Renato Perrini che considera questi provvedimenti “un’offesa all’intera città”. “La tifoseria tarantina – scrive Perrini in una nota – non è mai stata violenta, né ha mai dato problemi nei campi ospitanti. Certo, esistono facinorosi che è giusto bloccare: lo si faccia tranquillamente, nessuno vuole difenderli. Ma perché privare dello spettacolo, quale il calcio è, a centinaia e centinaia di tifosi. Perché punire tutta la città? Per questo da tifoso tarantino e appassionato del calcio faccio un appello a chi ha le stesse mie passioni: il presidente della Regione Michele Emiliano. Lui sa bene cosa significa supportare la squadra del cuore quando gioca in campo avversario, per questo a lui chiedo di fare una telefonata al Questore di Bari perché il provvedimento sia modificato e consenta un ingresso controllato, domenica prossima, al campo di Gravina. Basterebbe compilare prima l’elenco dei tifosi ammessi, in altre occasioni è stato fatto. Del resto, lo prevede anche l’Osservatorio nazionale”.


Annunci


Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to