Capitale della Cultura 2022, Taranto gioca le sue carte: la diretta dal Ministero

Capitale della Cultura 2022, Taranto gioca le sue carte: la diretta dal Ministero

Alle 10,45 (segui) l’audizione. E’ infatti il giorno della presentazione pubblica del dossier per la candidatura di Taranto, con la Grecìa salentina, a «Capitale italiana della Cultura 2022». Appuntamento al Mibact.


Le dieci città finaliste espongono infatti, in audizione, il proprio dossier. In collegamento on line con Roma il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, il suo vice e assessore alla Cultura, Fabiano Marti, il direttore generale del Comune, Ciro Imperio, e il presidente dell’Unione dei 12 comuni della Grecìa salentina, Roberto Casaluci, sosteranno il progetto “La Cultura cambia il clima” . La giuria ministeriale è presieduta dal prof Stefano Baia Curioni. L’attribuzione del ” titolo” è prevista entro lunedì prossimo il 18 gennaio.



In prinicipoio erano state 43 le città concorrenti. Dopo una prima sacrematura (28) si è giunti alle dieci finaliste che in questi giorni stanno svolgendo le audizioni. A parte Taranto e Grecìa Salentina, concorrono Cerveteri, Verbania Ancona, Bari, L’Aquila, Trapani, La Marca Trevigiana, Procida e Volterra.

L’asse Bari-Taranto-Regione Puglia

Nel caso in cui Bari o Taranto con la Grecìa Salentina riuscissero a essere proclamate, l’Assessorato regionale alla Cultura e al Turismo – stando all’intesa firmata l’altro ieri – si proporrebbe come punto di riferimento per il coordinamento dei progetti presentati. “Un garante perché le due candidate – si legge – l’eventuale vincitrice e quella che si troverà a spalleggiarla, lavorino insieme per un obiettivo comune: la crescita culturale ed economica del territorio e dei cittadini che lo animano con passione, talento, tenacia”.  

Canale You Tube MiBact https://www.youtube.com/user/MiBACT



Annunci

Dove andare a Taranto