Caporalato, alla Mostra di Venezia il film denuncia girato anche a Pulsano

Caporalato, alla Mostra di Venezia il film denuncia girato anche a Pulsano

Protagonista Salvatore Esposito (“Genny” Savastano di Gomorra) con Samuele Carrino, Licia Lanera, Antonella Carone, Giuseppe Loconsole e Vito Signorile. E’ stato girato l’anno scorso tra Bari, Spinazzola (Bat) e Pulsano (Taranto).


Spaccapietre è la vicenda di Giuseppe che ha perso sua moglie Angela, morta nei campi. Il film fonda su una promessa surreale, quella di un padre che vuole restituire la madre al figlio. Inizia così il viaggio nei luoghi dove la bracciante lavorava a giornate. Il film è stato presentato ieri alla 77^ Mostra del Cinema di Venezia. “Spaccapietre” è diretto da Gianluca e Massimiliano De Serio. E’ in concorso alle “Giornate degli Autori”, sezione indipendente della Mostra 2020. E’ stato prodotto da Alessandro Borrelli per La Sarraz Pictures con Rai Cinema, in coproduzione con la francese Shellac Sud, con il contributo del MiBAC e  Apulia Film Fund della Regione Puglia e il sostegno di Apulia Film Commission.




Annunci

Dove andare a Taranto

Marina di Taranto, cinema in spiaggia, film sotto le stelle... sdraiati sul lettino
from to
Scheduled
Mottola, il Festival della Chitarra sbarca sul web
from to
Scheduled
Bowie Night, musica e beneficenza all'Orfeo di Taranto
Scheduled