Caravaggio e la ragazza, storia di libertà a fumetti

Caravaggio e la ragazza, storia di libertà a fumetti

Entrambi originari di Messina, Nadia Terranova e Lelio Bonaccorso compongono un’opera piena di passione, in un fumetto che intreccia la grazia di una prosa vivida e cristallina alla forza espressiva di un disegno traboccante di forme e di colori.


Messina, 1608. La giovane Isabella ama le avventure in terre lontane e mentre la nave su cui viaggia rientra in porto… sogna già di ripartire. Eppure, alla vista della sua bellissima città, anche il ritorno le appare come un nuovo viaggio e gli occhi le brillano di felicità. Occhi grandi e affamati di vita, che stanno per essere immortalati in un magnifico ritratto: è questo il desiderio di suo padre, Don Giovanni Martines, il più ricco commerciante di seta al mondo. Nulla può rivaleggiare con la preziosità delle sue stoffe tranne l’amore che lo unisce a sua figlia. Per dipingere la sua creatura ha chiamato a palazzo il più grande artista vivente: Michelangelo Merisi detto il Caravaggio. L’incontro tra il Maestro e Isabella avrà però esiti tutt’altro che prevedibili. Rissoso, sanguigno, amante del vino e delle donne, Caravaggio approda nella città dello Stretto dopo un’accusa di omicidio, e la sua arte non è fatta per blandire, ma per sconvolgere.



Ribelle e affascinata dalla pittura, Isabella si rivelerà molto più che il semplice soggetto di un dipinto e sarà protagonista di una storia, sospesa tra realtà e immaginazione, ispirata alla libertà.

Può un grande Maestro dell’arte essere anche un maestro di vita, quando la sua è così sregolata? Ma l’insegnamento è proprio questo, per una giovane allieva: superare le regole e scoprire il valore della libertà.

Nadia Terranova è nata a Messina nel 1978 e vive a Roma. Ha scritto diversi libri per ragazzi, tra cui Bruno. Il bambino che imparò a volare (orecchio acerbo, 2012, premio Napoli, premio Laura Orvieto), Le nuvole per terra (Einaudi Ragazzi, 2015), Casca il mondo (Mondadori, 2016) e Aladino e la lampada magica (orecchio acerbo, 2020) e i romanzi, Gli anni al contrario (Einaudi, 2015, premio Bagutta Opera Prima, premio Brancati, premio Bergamo, premio The Bridge), Addio fantasmi (Einaudi, 2018, premio Subiaco Città del libro, premio Alassio Centolibri, premio Nino Martoglio, premio Mario La Cava) e Come una storia d’amore (Perrone, 2020). Collabora con “Repubblica”, “Internazionale”, “il Foglio” e altre testate ed è fra gli autori di Pascal, su Radio Due Rai. È tradotta in diverse lingue europee ed è in corso di traduzione negli Stati Uniti. Per Feltrinelli ha scritto la Postfazione a Piccole donne di Alcott e adesso per Feltrinelli Comics Caravaggio e la ragazza, illustrato da Lelio Bonaccorso.


Lelio Bonaccorso, su testi di Marco Rizzo, ha disegnato Peppino Impastato. Un giullare contro la mafia, Primo, Jan Karski, Que Viva el Che Guevara, La mafia spiegata ai bambini, L’immigrazione spiegata ai bambini, The Passenger. Per Feltrinelli Comics ha pubblicato Salvezza (2018) e …a casa nostra. Cronaca di Riace (2019) con Marco Rizzo e Caravaggio e la ragazza (2020) sulla sceneggiatura di Nadia Terranova. Bonaccorso è inoltre autore, con Fabio Brucini, di Sinai, reportage a fumetti realizzato tra le tribù tuareg dell’Egitto. Sempre come disegnatore, ha collaborato tra l’altro con Marvel, DC Comics, Glénat, Sergio Bonelli Editore e Disney.

Il libro esce il 18 febbraio: pagine: 96 – Prezzo: 16 euro


Annunci

Dove andare a Taranto