Chiazza melmosa in Mar Grande, depositato l’esposto alla Procura di Taranto

Chiazza melmosa in Mar Grande, depositato l’esposto alla Procura di Taranto

Domenica mattina il video shock con la chiazza melmosa in Mar Grande, al largo dell’area portuale di Taranto, diffuso sul profilo social di Massimo Battista. Ventiquattro ore dopo, come annunciato dallo stesso consigliere comunale, il caso è  finito all’attenzione della Procura della repubblica di Taranto.


Ad assumere l’iniziativa sono stati i consiglieri comunali Massimo Battista, Floriana De Gennaro, Rita Corvace, Vincenzo Fornaro e il cittadino Luciano Manna che hanno denunciato l’episodio ai magistrati di Taranto. Nel video una chiazza melmosa in Mar Grande, all’interno della quale galleggiavano uccelli e pesci morti.  Agli inquirenti è stato consegnato un corposo dossier corredato da una decina di video.



“Si tratta – scrivono i firmatari dell’esposto – dell’ennesima segnalazione per disastro ambientale nel mare di Taranto avvenuto nella giornata di domenica (2 febbraio, ndr) quando in Mar Grande si è verificato lo sversamento di un enorme quantitativo di minerale. Ormai abbiamo perso il numero delle denunce fatte, ne vale la pena? Si. Adesso tocca a voi. Quello che è successo ieri in Mar Grande è qualcosa di una gravità inaudita”.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to