Chiusi due ristoranti della movida estiva sulla litoranea

Chiusi due ristoranti della movida estiva sulla litoranea

Sulla carta erano dei ristoranti, ma nella pratica si trattava di esercizi commerciali abusivi e con gravissime irregolarità. Un esempio poco edificante di attività turistiche che, per fortuna, è stato portato alla luce dai carabinieri del Nas di Taranto. A seguito dell’attività svolta dai militari del nucleo antisofisticazioni, il Servizio igiene dell’Asl di Taranto ha emesso due ordinanze di chiusura di ristoranti.


Si tratta di due attività commerciali: la prima a Campomarino di Maruggio, una delle località più rinomate e frequentate per la bellezza del paesaggio e il mare cristallino; l’altra a marina di Pulsano, nel cuore della litoranea salentina.



Dalle verifiche effettuate dai carabinieri, i due ristoranti esercitavano in assenza dei requisiti minimi d’igiene e strutturali previsti dalla normativa vigente: assenza di acqua potabile, di servizi igienici e spogliatoi per il personale, scarsa pulizia, assenza di sistemi anti intrusione insetti, attrezzature e locali da ripristinare, impianto di aspirazione fumi insufficiente.

E’ stato accertato, inoltre, che l’attività di ristorazione veniva esercitata senza l’idonea documentazione autorizzativa. Speriamo si tratti di casi isolati!


Annunci


Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to