Conte-Emiliano: “Tutto è bene quel che finisce bene”, ma…

Conte-Emiliano: “Tutto è bene quel che finisce bene”, ma…

Ufficialmente Michele Emiliano ha chiuso con una battuta l’incidente diplomatico con il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte. “Tutto è bene quel che finisce bene”, ha detto il presidente della Regione Puglia in Prefettura a Foggia, alla riunione sul Contratto di sviluppo della Capitanata presieduta dal premier.


Emiliano non aveva ricevuto la convocazione ufficiale alla riunione, ma si è “autoinvitato – ha dichiarato alla stampa – visto che era mio diritto e dovere essere presente in Prefettura. Sono qui per prendere posizione sulle questioni che riguardano il mio territorio e la mia competenza costituzionale. Cercheremo di capire cosa intendono fare, se ho capito bene stanno immaginando degli investimenti sul nostro territorio: ne siamo felici se ovviamente tutto questo viene condiviso con i Sindaci e con la Regione Puglia, perché ripeto la Costituzione prevede questo. Quindi qui non c’è guerra, avrei potuto fare l’offeso, ma meglio non metterla su questo piano. Bisogna affermare il proprio ruolo, un ruolo di programmazione che il Presidente del Consiglio deve rispettare e quindi noi siamo qui per farlo rispettare”.



Il chiarimento con il premier è arrivato in apertura della riunione, quando il presidente Conte ha detto che – la sera precedente – hanno provato a contattare telefonicamente il presidente Emiliano proprio per invitarlo, ribadendo la volontà di collaborazione per il bene del territorio, volontà ovviamente accolta dal presidente della Regione.

Episodio archiviato, almeno ufficialmente. Una crepa, però, si è aperta. Vedremo…


Annunci


Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to