Contraffazione e altri disastri, il rapporto M5S sui porti europei oggi al vaglio dell’Autorità Portuale di Taranto

Contraffazione e altri disastri, il rapporto M5S sui porti europei oggi al vaglio dell’Autorità Portuale di Taranto

Snellire gli scambi ma secondo le regole. Uniformare i criteri in Europa, dogana unica eppure.. così divisa in tante dogane che sembrano diverse anche per procedure.


Cinque Stelle completa il suo tour per le dogane marittime italiane. Oggi a Taranto, domani a Palermo. Stamane, nella sede di corso Piemonte, quartier generale del capo delegazione al parlamento europeo, la tarantina Rosa D’Amato, Tiziana Beghin (commissione Trasporti PE) ha illustrato la risoluzione alla quale i grillini di Bruxelles stanno lavorando da tempo. Il testo sarà sottoposto, nel pomeriggio, al vaglio degli addetti ai lavori nel corso di una riunione tecnica che si terrà nella sede dell’Autorità portuale ionica.



Il rapporto della Beghin sull’efficienza delle dogane in Europa si propone proprio di studiare questi fenomeni, perché ufficialmente l’Ue è un’unione doganale, ma nella realtà le procedure e i controlli sono così diversi che esiste una competizione scorretta tra porti e aeroporti di differenti paesi. Obiettivo: la lotta alla contraffazione e alla competizione tra dogane.

“Il rapporto nasce per cercare di capire l’impatto di questi fenomeni in termini di produzione, investimenti, integrità di mercato, effetti sulle finanze dello Stato e conseguenze occupazionali per tutte le categorie di lavoratori italiani ed europei che ruotano attorno al commercio e alle dogane – si legge – e non solo: con questo rapporto si desidera anche indagare le eventuali opportunità dovute a una maggiore armonizzazione delle dogane e delle procedure in Europa, e proporre miglioramenti alla situazione attuale. Anche la lotta alla contraffazione riveste un ruolo fondamentale. Basti pensare che il commercio mondiale in prodotti contraffatti corrisponde al 2,5% del commercio mondiale: una cifra corrispondente al PIL dell’Austria. Le dogane europee sono in prima linea per fermare questi traffici”.

 

LA TAVOLA ROTONDA – Il MoVimento 5 Stelle, come detto, al Parlamento Europeo sta completando una serie di incontri nei porti italiani ed europei per raccogliere le idee e gli spunti di miglioramento direttamente dai lavoratori del settore e dai soggetti interessati.


Taranto ospita oggi La tavola rotonda in programma nella sede dell’Autorità Portuale di Taranto, “un momento di confronto con l’Autorità portuale, Spedizionieri, il Ministero della Salute, l’Agenzia delle dogane, la Guardia di Finanza e i rappresentanti dei settori coinvolti per confrontarsi in tema di politiche doganali e perfezionare ulteriormente la risoluzione parlamentare avviata dal M5S a Bruxelles” hanno spiegato Beghin e D’Amato.

 

Il testo in sintesi

 sintesi rapporto

 


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled