Così la Rai ricorda Falcone e celebra la giornata della legalità: il palinsesto

Così la Rai ricorda Falcone e celebra la giornata della legalità: il palinsesto

(fonte Ufficio Stampa Rai) Oggi, nel giorno dell’anniversario della strage di Capaci, le trasmissioni Rai “saranno attraversate dal filo del ricordo, a supporto dell’iniziative del Miur che, vista l’impossibilità di organizzare cortei e raduni, ha invitato gli studenti e i cittadini ad affacciarsi dai balconi di casa, appendendo un lenzuolo bianco, un tricolore o degli striscioni, in silenzio o cantando l’Inno d’Italia: lo slogan di questo 2020 è infatti “Il mio balcone è una piazza”.


Già andata in onda Uno Mattina in Famiglia, alle 7.45 su Rai1 con ospiti e temi legati alla strage di Capaci e dunque alla giornata della legalità.



Rai Gulp, con una puntata speciale #Explorers , in onda alle 14.15 e in replica alle 18.30, intraprenderà un viaggio ideale. Protagonisti del percorso i due magistrati, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Su Rai1, alle 16.45, ItaliaSì! dedicherà tutta la prima ora di trasmissione a #PalermoChiamaItalia, cominciando con un ricordo personale del giudice Falcone di Rita Dalla Chiesa, al quale seguirà quello del magistrato Alfredo Morvillo, il fratello di Francesca, la moglie di Falcone, morta con lui nell’attentato di Capaci: saranno due ritratti del Giovanni più intimo e segreto, che lasceranno trasparire il lato umano di un eroe. Nel corso della puntata, poi, si alterneranno gli interventi di Don Ciotti, del Questore di Palermo Renato Cortese, di Giuseppe Ayala, già collaboratore del pool antimafia e Pubblico Ministero al primo Maxiprocesso, e di Ficarra e Picone che, in collegamento dall’”Albero Falcone”, leggeranno versi dedicati ai due magistrati e a tutte le vittime di mafia.

Alle 18, su Rai3 andrà in onda Speciali Storia – C’era una volta a Palermo… Falcone e Borsellino, dedicato al rapporto tra i due magistrati, gli anni del pool di Palermo, i mesi dei veleni, l’anno alla Direzione dell’Ufficio Affari Penali al Ministero di Grazia e Giustizia, a Roma. In contemporanea, Rai Gulp trasmetterà il premiato film d’animazione “Giovanni e Paolo e il mistero dei Pupi” prodotto dalla Rai insieme alla società palermitana Larcadarte e dedicato alle figure di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.



Dalle 20.00 alle 20.30, ancora Rai3 protagonista del ricordo, prima con una puntata monografica di Blob dedicata a Falcone e Borsellino, quindi con il monologo di apertura di Massimo Gramellini in Aspettando le parole.

In prima serata, invece, una parte di Petrolio, in onda su Rai2 dalle 21.05, sarà dedicato a #PalermoChiamaItalia, mentre Rai5, proporrà lo spettacolo teatrale di Claudio Fava con Filippo Dini e Max Mazzotta “Novantadue”, che ricostruisce i tragici eventi di quell’anno. Subito dopo il docu-film di Angelo Loy “Paragoghè (παραγωγή) – Depistaggio” racconta lo spettacolo scritto e diretto da Marco Baliani sulla ricerca, ancor oggi non terminata, della verità sulle tante stragi compiute nel nostro Paese.

Sempre in seconda serata, ma su Rai Storia, il film documentario di Ruggero Cappuccio “Paolo Borsellino. Essendo stato” rilegge l’audizione del giudice e di Giovani Falcone davanti al Csm, il 31 luglio 1988, dopo alcune interviste nelle quali Borsellino aveva denunciato lo stato di smobilitazione del pool antimafia di Palermo.


Alle 23.15, su Rai Premium, infine, andrà in onda L’attentatuni – Il grande attentato, film di Claudio Bonivento, con Veronica Pivetti e Claudio Amendola. Tanti anche gli approndimenti informativi all’intero dei Tg e dei Radiogiornali.

RaiPlay, infine,  partecipa al ricordo dei tragici eventi del maggio 1992 con una selezione di film, fiction, documentari e contenuti delle Teche Rai che saranno raccolti in una collezione pubblicata sulla Home Page della piattaforma. Tra i titoli inclusi nella collezione trovano posto: Era d’estate il film di Fiorella Infascelli con Giuseppe Fiorello e Massimo Popolizio che racconta la strana estate trascorsa da Falcone e Borsellino all’Asinara prima del Maxi Processo, la fiction Giovanni Falcone: l’uomo che sfidò Cosa Nostra con Massimo Dapporto ed Elena Sofia Ricci che ripercorre la vicenda umana e professionale del giudice e il documentario Giovanni Falcone – C’era una volta a Palermo di Alessandro Chiappetta che attraverso la testimonianza di familiari, amici e collaboratori tratteggia la figura e personalità del magistrato ucciso a Capaci.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled