Cus Jonico, Coppa Italia: la semifinale s’infrange sul ferro, all’ultimo tiro

Cus Jonico, Coppa Italia: la semifinale s’infrange sul ferro, all’ultimo tiro

“Mi dispiace per i ragazzi perché avevano meritato di arrivare fino a questo punto di conquistarsi le final eight e di dare a Taranto questa storica partecipazione. Quindi, il mio primo pensiero va a loro che ho visto negli spogliatoi a testa bassa e sicuramente tristi dopo questa sconfitta”.


Così Davide Olive, coach del Cus Jonico Basket Taranto, ha commentato a caldo la sconfitta dei rossoblu contro Livorno, costata ieri l’eliminazione ai quarti di finale dalla Coppa Italia di serie B nelle finali di Rimini/Cervia (la gara contro i toscani è stata giocata a Rimini).



L’analisi del tecnico: “Sapevamo di affrontare una squadra che non mollava mai. La partita è stata intensa, dura, sono riusciti a stare in partita nei primi due quarti grazie a un Ammannato stellare che ha segnato 18 punti dei loro primi 32″.

Però nel terzo quarto, prosegue Olive, “quando siamo andati a +14 è successo qualcosa, da un lato abbiamo abbassato il nostro atteggiamento e dall’altro loro hanno messo un paio di bombe con dei giocatori a cui noi avevamo deciso di lasciare libero il tiro concentrandoci su altri. Mi spiace, alla fine abbiamo avuto la palla della vittoria, il nostro capitano (Stanic, ndr) ha chiamato lo schema, ben eseguito, è venuto fuori un arresto e tiro abbastanza libero ma il ferro…”. Il rammarico finale: “Mi spiace per la città a cui avremmo voluto regalare almeno la semifinale” chiude Olive.

Si torna a Taranto, prima di quanto previsto e sperato. Coach Olive guarda con ottimismo al futuro: “Ora ci leccheremo le ferite, recupereremo le energie per ripresentarci al meglio alla ripresa del campionato dove siamo primi nel nostro girone alla pari con Rieti. Sicuramente questa parentesi della coppa ci ha insegnato tanto, che quando si alza l’asticella è più difficile vincere le gare”. Domenica prossima, 11 aprile, riprenderà la seconda fase della serie B. Al Palfiom sarà di scena il Pozzuoli.


OPUS LIVORNO 1947 – CJ TARANTO 63-62

Opus Libertas Livorno 1947: Marco Ammannato 22 (6/8, 2/4), Luca Toniato 13 (4/7, 1/5), Andrea Casella 9 (3/7, 1/8), Antonello Ricci 8 (2/6, 1/5), Francesco Forti 6 (0/1, 2/4), Ivan Onojaife 3 (1/2, 0/0), Leonardo Salvadori 2 (1/1, 0/4), Matteo Bonaccorsi 0 (0/1, 0/1), Michael Del monte 0 (0/0, 0/0), Matteo Geromin 0 (0/0, 0/0), Gianni Mancini 0 (0/0, 0/0), Damiano Vivone 0 (0/0, 0/0). All. Garelli.

CJ Basket Taranto: Nicolas Manuel Stanic 12 (1/8, 3/6), Nicolas Morici 11 (3/6, 1/2), Alessandro Azzaro 11 (1/3, 2/5), Manuel Diomede 9 (0/3, 3/6), Ferdinando Matrone 8 (4/11, 0/0), Bruno Duranti 8 (0/0, 2/4), Nicola Longobardi 3 (0/0, 1/4), Milos Divac 0 (0/1, 0/0), Andrea Pellecchia 0 (0/0, 0/0), Marco Manisi 0 (0/0, 0/0), Riccardo Agbortabi 0 (0/0, 0/0). All. Olive.

Parziali: 11-19, 21-20, 17-12, 14-11. STAT LI: Tiri liberi: 8 / 13 – Rimbalzi: 35 8 + 27 (Ivan Onojaife 11) – Assist: 13 (Francesco Forti, Ivan Onojaife 3). STAT TA: Tiri liberi: 8 / 11 – Rimbalzi: 42 11 + 31 (Nicolas manuel Stanic, Ferdinando Matrone 11) – Assist: 14 (Nicolas manuel Stanic 8)


Annunci

Dove andare a Taranto