Da area degradata a luogo smart e green, il progetto di alcuni studenti di Taranto

Da area degradata a luogo smart e green, il progetto di alcuni studenti di Taranto

Da anni l’area all’angolo tra via Duca degli Abruzzi e via Principe Amedeo è una ferita nel cuore del Borgo di Taranto. Una frattura, uno squarcio, un vuoto urbano lasciato dal rovinoso incendio di un edificio negli anni ’80. Da allora nessun intervento organico di recupero, al più la pulizia dello spiazzo da immondizia ed erbacce.


Ad immaginare una nuova vita per quell’area sono quattro giovani tarantini: Francesca Di Girolamo, Angelo Moscato, Giuseppe Putignano e Francesco Sisti. Fanno parte degli “EcoDreamers” un gruppo che partecipa alle “Olimpiadi dell’Ambiente 2020”, organizzate in tutta Italia dai Ciofs/Fp. Oltre 100 i progetti in gara. Il contest è dedicato all’ambiente e alla salvaguardia del pianeta. Gli “EcoDreamers” sono studenti del corso in “Tecnico della realizzazione di elaborati grafici attraverso l’uso di strumenti informatici e programmi CAD” del Ciofs/FP di Taranto.



Unendo le competenze professionali acquisite con il tema del contest, è nato il progetto “Power”, un’ipotesi di recupero in chiave smart e green dello spiazzo tra le vie Duca degli Abruzzi e Principe Amedeo con soluzioni e tecnologie replicabili anche in altre zone d’Italia. Con interventi mirati gli “EcoDreamers” restituiscono dignità all’area assegnandole una funzione urbana ed una dimensione pienamente eco friendly: materiali sostenibili per la messa insicurezza, pavimento e zona fitness capaci di recuperare ed immagazzinare energia, pannelli solari per l’illuminazione notturna e l’erogazione di elettricità utilizzabile per attività quali la ricarica dei telefoni cellulari.

Infine, per rendere l’opera più connessa e integrale, il gruppo ha deciso di introdurre una centralina (“nose” di Befreest una startup tutta tarantina) in grado di analizzare la qualità dell’aria e gli inquinanti presenti, inviando costantemente dati raccolti in cloud, per offrire una fonte di informazioni
precise per le pubbliche amministrazioni locali (e non) al fine di monitorare l’ambiente e attuare azioni correttive sul traffico dei mezzi privati e pubblici, nonché intervenire direttamente in caso di rilevazione di alti tassi di agenti inquinanti. E’ possibile sostenere il progetto Power degli “EcoDreamers” votandolo sulla pagina ufficiale del concorso “Olimpiadi dell’Ambiente 2020”.



Annunci


Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled