De Gregori incanta la Rotonda, De Piscopo la fa ballare

De Gregori incanta la Rotonda, De Piscopo la fa ballare

Francesco De Gregori che canta di Nino e del suo calcio di rigore sulla Rotonda del lungomare di Taranto (guarda) nella prima vera serata d’autunno, davanti a migliaia di persone che lo accompagnano, segna forse uno dei punti artistici più alti del 2019 qui sui Due Mari.


E poi Tullio De Piscopo, che sembra lo stesso di quel concertone a Maricento nell’estate 1982 (guarda), “portatore sano di musica” per dirla con Peppe Vessicchio, mattatore della serata con la sua bacchetta e quella faccia che sembra strappata alla vecchia mille lire, per dirla con Checco Zalone.


Un bella serata di musica, ieri a Taranto, voluta da Francesco Pugliese, tarantinissimo amministratore delegato di Conad e ieri circondato sul palco anche dai ragazzi del Cus Jonico Basket che oggi cominciano l’avventura in C gold. Quindi, Massimo Cimaglia e il suo monologo su Taranto e i tarantini… da applausi anche lui. E anche questa non è una novità. Ben arrangiati, da maestri e piccoli orchestrali, gli omaggi a Pino Daniele e Morricone. Sonorità care al pubblico di qualsiasi generazione.  Patrimonio della cultura contemporanea italiana.


Annunci

Dove andare a Taranto