Discarica abusiva in provincia di Taranto, sequestro del Noe

Discarica abusiva in provincia di Taranto, sequestro del Noe

Una discarica abusiva è stata scoperta e posta sotto sequestro dai carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Lecce, comandato dal ten. col. Nicola Candido. L’area si trova in contrada Scapolata a Manduria, in provincia di Taranto. Si tratta di una cava che si estende per 25mila metri quadri all’interno della quale veniva effettuata abusivamente l’estrazione di tufo utilizzato in edilizia. Secondo quanto accertato dai carabinieri nell’area era stata realizzata una discarica abusiva con lo stoccaggio di ingenti quantitativi di rifiuti speciali non pericolosi prevalentemente costituiti da inerti provenienti da demolizioni edili.


L’amministratore unico della società proprietaria dell’area è stato deferito a piede libero alla Procura della repubblica di Taranto. A suo carico sono state ipotizzate una serie di violazioni: coltivazione di cava in assenza di autorizzazioni in zona sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale, omessa presentazione della denuncia di inizio lavori, omessa predisposizione del documento sulla stabilità dei fronti di cava e di sicurezza, omessa nomina del direttore responsabile di cava, esercizio di discarica abusiva. Il valore complessivo dei beni sequestrati è di circa  200mila euro.




Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled