Donna A Sud, è la sera della Magnani

Donna A Sud, è la sera della Magnani

 

Il festival delle culture al femminile “Donna a Sud” entra nel vivo, volgendo lo sguardo al grande schermo. Terzo appuntamento per la quarta edizione della rassegna ideata e diretta da Tiziana Magrì.


“Donna A Sud” è un contenitore variegato che comprende presentazioni di libri, mostre fotografiche, percorsi enogastronomici, laboratori artistici, artigianali, di nuove tecnologie, teatro ed ogni forma d’arte che miri a valorizzare le competenze ed accrescere la sensibilità comune sul ruolo della donna in ogni contesto sociale, promuovendo la reale parità di genere con gli uomini. L’attenzione è rivolta in particolare alle donne che nel Mezzogiorno sono nate, ci vivono. Quelle donne che, nonostante le difficoltà, hanno deciso di restare o quelle che coraggiosamente sono tornate nella loro terra o lottano per tornare. Momenti di condivisione che rappresentano il tassello visibile di un percorso più ampio di aggregazione virtuale e fisica, in cui chi ha voglia di parlare e far parlare il proprio Sud, mette a disposizione la sua professionalità a servizio di un’idea di bene che si irradi a tutta la comunità.



Stavolta protagonista sarà il mondo del cinema italiano, con una delle sue indiscusse icone. L’affascinante bellezza senza tempo di Anna Magnani, donna di carisma prima che attrice di successo, verrà raccontata da Matteo Persica, autore del libro “Anna Magnani- Biografia di una donna”, edito dalla casa editrice ODOYA, volume che la critica non ha esitato a definire il più completo sulla vita dell’attrice romana.

La biografia parte dal 26 settembre 1973, giorno della morte della Magnani, con la folla assiepata davanti alla clinica romana pur di vederla un’ultima volta. Un attaccamento della città alla sua attrice che esplode nel giorno dei funerali, con la capitale intera riversa in corteo per le strade. C’ è chi piange, c’è chi batte le mani, c’è chi la vorrebbe santa. Dalla storia della sua famiglia materna all’infanzia; dai primi passi sul palcoscenico alle prime esperienze più significative; dal cinema al premio Oscar; dall’amore per i suoi uomini al rapporto con il figlio. Al termine della lettura sapremo chi è stata Anna Magnani, grazie alle sue parole e a quelle di chi l’ha conosciuta da vicino. Dal libro di Persica emerge il ritratto di una donna che non ha mai tradito se stessa, incarnando professionalità ed integrità morale, a costo di sparire dal giro delle grande produzioni cinematografiche ed essere messa da parte dal mondo del cinema perché considerata un’attrice dal carattere difficile e poco ‘da cassetta’.

“Quella che vi  racconto sembrerà una favola – ci dice l’autore Matteo Persica, romano classe 1982 – un racconto nato dalla fantasia forbita di uno scrittore qualsiasi, eppure è un fatto realmente accaduto. Ho una passione che nel 2010 mi ha portato a costituire  L’ “Associazione Amici di Anna Magnani” e a scrivere questo libro. Sarò passato mille volte davanti alla  basilica di Santa Maria sopra Minerva, e a dire la verità quella facciata scarna non mi invogliava ad entrare in quella chiesa. ‘Cosa devo fare della mia vita?’ Un giorno sentii pulsare insistentemente dentro di me questa domanda. Come per magia venni attratto all’interno della basilica. Entrai e il  sentimento di sgomento e disperazione si attenuò. I dipinti, il soffitto, l’altare … lo sgomento divenne serenità,  gioia. Ne uscii ispirato e sollevato. Dopo una settimana mi capitò l’occasione di occuparmi del centenario di Anna Magnani che da quel momento divenne la mia passione principale, o come amo definirla: una ‘sana dipendenza’. Quando venni  a sapere che in quella Basilica vi erano stati celebrati il battesimo, la cresima, ed i funerali di Anna Magnani ne rimasi colpito e ricollegai  immediatamente i fatti. Forse fu il caso, ma io, ancora oggi, credo fortemente che ci sia un senso in questo episodio. Continuo  a crederci, con la speranza di chi non ha mai smesso di sognare”.


L'evento di sabato 9 luglio

L’evento di sabato 9 luglio

La presentazione del libro di Persica su Anna Magnani si terrà alle Terrazze dell’hotel Akropolis, in Città vecchia, a Taranto, a partire dalle 19.00. Introdurrà l’evento Tiziana Magrì e dialogheranno con l’autore Massimo Causo, critico cinematografico e Mara Venuto, scrittrice ed editor. Dopo l’incontro con l’autore seguirà un aperitivo con vista sui due mari, accompagnato da vini.

La serata poi proseguirà con la visione di un documentario su Anna Magnani, diretto da Elfriede Gaeng e si concluderà con una performance a tema, omaggio alla grande premio Oscar, da parte dell’attrice Daniela Delle Grottaglie.

Il festival delle culture al femminile ‘Donna A Sud’ ha anche una finalità sociale. Si lavora per garantire a donne animate da tanta forza d’animo, ma che vivono in condizioni disagiate e fuori dal mercato del lavoro, dei corsi base di cucito, con la rete Brindisi-Lecce del “Laboratorio delle donne che nutrono il mondo”. L’obiettivo è la realizzazione di una sede, nel tarantino, in cui avviare laboratori artistici che siano trampolino di lancio per esperienze lavorative di qualche settimana in imprese e aziende che accetteranno di collaborare con ‘Donna A Sud’.

Un progetto che senza il sostegno di chi vi partecipa non può vedere la luce. “Ecco perché l’evento stavolta prevederà una quota di partecipazione simbolica, che comprenderà anche aperitivo e vini” spiegano gli organizzatori.

Prenotare al 329.9378794 oppure al fisso 099.4704110 o all’indirizzo email [email protected].
 

 


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled