DUE TALENTI “NOSTRI” NEL CLUB TENCO

DUE TALENTI “NOSTRI” NEL CLUB TENCO

La musica d'autore non è morta. Cambiano forme e interpreti, si adatta ai tempi e si alimenta dei temi di una generazione che non parla più di fosche pianure emiliane o di borgate romane. 

È così che il Tenco 2015 porta sul palco ben due autori, Diodato e NonGiovanni, apertamente legati alla loro provenienza tarantina e pugliese. Entrambi attuali e moderni, ma con precisi riferimenti agli autori degli anni ’60 e ’70.


Il primo, Antonio Diodato, è finalista per la Targa Tenco come “interprete di canzoni non proprie”. Raffinato, eclettico autore di grande vocalità europea, Diodato va a segno come interprete di cult-songs italiane fotografate nel suo secondo album “A ritrovar bellezza” dopo un album di esordio e una bella prova a Sanremo Giovani nel 2014.
Il secondo, NonGiovanni, al secolo Giovanni Santese (Grottaglie), concorre per il miglior disco d’esordio col suo “Ho deciso di restare in Italia”.
Entrambi Pugliesi, entrambi della provincia di Taranto che li sostiene e li vede in un bagno di folla calcare il palco del Primo Maggio tarantino.
Restiamo in attesa di “Buone Novelle”, ma anche dopo il Tenco, continueremo a tenere d’occhio queste ed altre belle realtà.




Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to