“Ermi”, epopea al femminile nell’Italia post bellica

“Ermi”, epopea al femminile nell’Italia post bellica

Un libro al femminile, in cui le donne primeggiano e mostrano tutta la loro determinazione senza rinunciare ai sentimenti, alle passioni, alla difesa delle radici.  E’ questo il filo conduttore di “Ermi” (Albatros), il romanzo di Margherita Bonfrate, presentato a Palazzo Pantaleo, nel cuore della città vecchia di Taranto. Oltre all’autrice sono intervenuti Carmela Amati e Sergio Tersigni che ha letto ed interpretato alcuni brani del libro.


Proprio dalla città vecchia inizia il viaggio della protagonista, una donna del Sud che abbandona la sua terra e sposa un italoamericano. Ermi è un personaggio universale che va incontro al suo destino con una certa dose di fatalismo. Una vita costellata da delusioni e violenze ma anche di amore sullo sfondo di un’Italia che faticosamente tenta di uscire dalla devastazione del Secondo Conflitto Mondiale.

Margherita Bonfrate scrive copioni teatrali, poesie, narrativa. Ha partecipato al concorso Pirandello con “L’amore smascherato” e nel 2018 è stata selezionata per opera inedita al concorso letterario Europa in Versi. (Guarda il video)




Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled