Ex Ilva, canone dimezzato per trattenere ArcelorMittal

Ex Ilva, canone dimezzato per trattenere ArcelorMittal

Un nuovo rinvio sul caso ArcelorMittal all’attenzione del Tribunale di Milano. L’udienza è stata rinviata al prossimo 6 marzo. La decisione del giudice Claudio Marangoni è giunta a seguito della richiesta delle parti impegnate nella trattativa per arrivare ad un nuovo accordo sui termini della permanenza del Gruppo franco-indiano in Italia.


ArcelorMittal e commissari ex Ilva hanno manifestato la volontà di proseguire il negoziato fino alla fine di febbraio. L’ipotesi su cui si sta lavorando dovrebbe prevedere la riduzione del 50% dei canoni di fitto: 7,5 milioni al mese invece dei 15 attuali. Da sciogliere il nodo relativo all’occupazione: il concessionario aveva inizialmente ipotizzato 4700 esuberi, scendendo poi a 3500, numero ritenuto non accettabile da Governo e sindacati.



Il rinvio odierno era, in qualche modo, atteso. Che ci fosse uno spiraglio ancora aperto l’aveva lasciato intendere il premier italiano Giuseppe Conte dopo l’incontro a Londra con Aditya Mittal lo scorso 4 febbraio.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to