Festa del Libro, sabato a Taranto si legge e si canta la libertà

Festa del Libro, sabato a Taranto si legge e si canta la libertà

La giornata sarà incentrata sulla “Cultura della libertà”. Studenti, professori, libri, letture, poesie, canzoni live, ospiti. Protagonisti i ragazzi di quattro licei tarantini che declineranno in prosa e musica le sfumature delle libertà conuqistate e ancora da conquistare.


“La Cultura della Libertà”,  sarà questo il filo conduttore della Festa del Libro 2018 – Il Maggio dei Libri, indetto dal Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca (Miur), in programma sabato 28 aprile 2018, nell’Aula Magna del Liceo Ferraris-Q.Ennio, in via Abruzzo, a Taranto. A partire dalle 10, i nostri giornalisti Angelo Di Leo e Michele Tursi, con gli studenti delle scuole Ferraris-Q. Ennio, Archita, Aristosseno e Vittorino da Feltre racconteranno, come detto,  il faticoso cammino per la “Libertà”. Una traversata multimediale di parole, musica, immagini; una carrellata di fatti e personaggi che hanno segnato diverse epoche storiche. Dallo snodo del 1978 partirà così una serie di saltri di tempo e di quota conditi dai commeenti degli ospiti e degli studenti.



Con i ragazzi, in aula magna, tra gli altri, la direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Taranto MarTA Eva Degl’Innocenti e il professore e scrittore Enrico Galiano, autore di “Eppure cadiamo felici” (Garzanti), romanzo dedicato al mondo degli adolescenti e di  “Tutta la vita che vuoi”, uscito da pochissimi giorni. I veri protagonisti della giornata saranno, però, i ragazzi con le letture, i momenti musicali dal vivo, gli approfondimenti, preparati sotto l’attenta guida delle professoresse Tiziana Cometa, Grazia Di Todaro, Anna Caricasole, Maria Pia Dell’Aglio, Nicoletta Cervellera.

enrico galiano

eva degl’innocenti


 


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled