Gucci, la passerella come in un film

La settimana della moda milanese è iniziata e noi siamo in prima fila per raccontare la bellezza, lo stile, l’originalità e le ispirazioni per il prossimo inverno.


E’ da poco terminata la sfilata di Gucci, firmata Alessandro Michele.  E c’è tanto da dire! Una carrellata di outfit che farà discutere e che le star faranno a gara per indossare. Quanta originalità, quanta voglia di stupire e quanto studio dietro ad ogni uscita di ogni abito. Ogni volta penso che Alessandro Michele abbia raggiunto il massimo della creatività e, invece, ad ogni sua sfilata vengo smentita. Questa volta l’amore per il cinema, più volte dichiarato dallo stilista, è stato palpabile dettaglio dopo dettaglio. La scenografia ambientata in una sala operatoria dal colore verde acido, le modelle che portano tra le mani delle perfette repliche di se stesse, piccoli draghi, camaleonti e serpenti a fare compagnia ai modelli e poi tutti quei meravigliosi elementi stravaganti, che non tutti capiranno, forse, ed ameranno.  Mi rendo conto che, magari,  chi non respira la moda quotidianamente potrebbe rimanere spiazzato da questa nuova collezione Gucci ma, credetemi, nulla è lasciato al caso. Nulla! Lo stilista, noto perfezionista, si è rivolto alla romana  Makinarium, nota nel campo degli effetti speciali, per realizzare ciò che abbiamo visto. Sei mesi intensi di lavoro artigianale per conquistare una platea mondiale di amanti del fashion che aspettano Alessandro Michele e le sue creazioni Gucci con impazienza. E poi quell’incredibile miscuglio di diverse nazionalità, quei gioielli che stupiscono, quelle borse così costose ed irraggiungibili!



La creatività e lo stile firmato Gucci.

Ricordate: Lo stile è l’abito dei pensieri e un pensiero ben vestito, come un uomo ben vestito, si presenta molto meglio” (Lord Chesterfield)

Follow me


https://www.instagram.com/ela_thefashionlover/

www.thefashionlover.net

www.elawedding.it

 


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled