Il Cus comincia da Stanic, playmaker di lungo corso

Il Cus comincia da Stanic, playmaker di lungo corso

Nicolas Manuel Stanic è un playmaker italo-argentino, classe 1984. Giocatore esperto, dunque. Ha calcato in lungo e in largo i parquet italiani collezionando stima e successi. Giocherà in B con Taranto.


“Nessuno ha descritto meglio Stanic di coach Valerio Bianchini – ricordano dal Cus Jonico – Resta consegnata agli annali della pallacanestro la frase che disse il “Vate” del basket dopo aver visto più volte Stanic ai tempi di Roma: “A coloro che fossero nostalgici dei grandi playmaker di un tempo, capaci di un grande controllo di palla, di una grande visione di gioco e di segnare canestri importanti quando i compagni non ci beccano più, consiglio di guardarsi le partite dell’Eurobasket Roma, che trasudano del fosforo del soave Nicolas Stanic, altrimenti noto come ‘lo Spanoulis de noartri'”.



Stanic è nato a Hurlingham, quartiere di Buenos Aires, dove muove i primi passi nel basket. Sbarca in Italia, a Napoli, in Serie C2, nel 2003/04, stagione che lo mette subito in evidenza. Arriva la chiamata dall’allora Lega Due da Fabriano (04/05). Quindi tre anni a Firenze (2005/08) in B e a Montecatini (2008/09) in A Dilettanti. Stanic tornerà a Fabriano per conquistare ben due promozioni di fila, dalla C1 alla B1. Nel 2012/13 approda a Roseto portando gli abruzzesi in Lega Due. Quindi l’esperienza nella Capitale per portare l’Eurobasket Roma a vincere la Serie B (15/16) e giocare in A2 (16/17). Poi ancora in B per far salire in A2 Bakery Piacenza (17/18). Sfiora il poker per un soffio: a San Severo si ferma alle Final Four di Montecatini contro l’Amatori Pescara Basket. Prima del covid, era a Chieti: media 13.4 punti a partita, nella top10 per assist e percentuale da 2 punti (55.1%), top15 per punti e top20 per minuti totali (29.8 per 22 partite giocate) all’interno del girone C di Serie B.


Annunci

Dove andare a Taranto