Il Primitivo made in Ta trionfa a Roma

Il Primitivo made in Ta  trionfa a Roma

Al Pezzale, la riserva di Primitivo doc dell’azienda del tarantino Trullo di Pezza, l’importante riconoscimento dei Cinque Grappoli assegnati da Bibenda, tra le più autorevoli guide nel mondo del vino in Italia.


In una sala affollata, al Rome Cavalieri Hilton, alla presenza dei più autorevoli produttori vinicoli italiani e di tante autorità, del mondo delle istituzioni ma anche dello spettacolo, sulle note di Albano Carrisi e sull’emozionante sottofondo della Fanfara dei Carabinieri, si è celebrata la magica notte del vino italiano nel corso della quale, tra gli altri, un importante riconoscimento è arrivato anche all’azienda tarantina Trullo di Pezza.



«Per noi è una grande gioia poter condividere con il nostro territorio questo importante traguardo – racconta emozionato Pietro Lacaita, titolare di Trullo di Pezza. La nuova etichetta, presentata la scorsa estate, è stata immediatamente apprezzata dagli addetti ai lavori e conferma la nostra volontà progettuale di valorizzaresempre più il Primitivo di Manduria, il vitigno autoctono della Città Messapica nella sua versione di affinamento più lungo. Un vino che ha un nome che vuol essere un richiamo all’impronta rurale che marca la nostra aziendache ha sede a Torricella e che rispecchia il territorio a ridosso della macchia mediterranea dello Jonio, ma soprattutto lo stile che riproponiamo in ogni etichetta».

Il “Pezzale”, premiato da Bibenda, è  una Riserva DOP di buon corpo che esprime i toni eleganti delle spezie senza mai esplodere in un sorso eccessivo. Elegante, avvolgente, come tale vuol essere l’esperienza versate negli abbinamenti.

«Siamo innamorate delle tradizioni – commentano Simona e Maika Lacaita che seguono l’azienda agricola – ma ci piace reinterpretarle con vivacità e creatività e crediamo che il vino sia il collante di esperienze e di condivisione con la famiglia e con gli amici. Ecco perché vogliamo proporre vini equilibrati e piacevoli, mai sopra le righe anche quando hanno un lungo affinamento come per il nostro Pezzale».



Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled