Il rapporto tra uomo e pianeta, mostra d’arte contemporanea a Lecce

Il rapporto tra uomo e pianeta, mostra d’arte contemporanea a Lecce

E’ stato inaugurato venerdì 26 febbraio, presso la Fondazione Palmieri a
Lecce, il progetto di ricerca e mostra d’arte contemporanea “Worldview: Antropologia dell’eco-visione”.


Evento a cura di Dores e Rose Sacquegna, organizzato da Primo Piano LivinGallery | Progetti & Servizi per l’Arte Contemporanea. Con la partnership di Fondazione Ionion Center For Arts And Culture di Kefalonia.



Worldview è una visione globale che ha unito in maniera corale, istituzioni, artisti, curatori, attivisti, registi, dall’Europa all’America, dall’Asia all’Australia, dal Brasile al Medio Oriente.

IL RAPPORTO TRA UOMO E PIANETA

La mission è testimoniare, attraverso il filtro dell’arte, l’interferenza che l’attività umana ha prodotto sui cicli naturali del pianeta. Una riflessione sull’impatto della nostra specie sulla Terra, più che mai attuale.

Durante l’opening day, infatti, si è tenuta la performance di Massimiliano Manieri in collaborazione con Mafalda Greco per “WAP II ovvero World After Plastics / il mondo dopo la plastica: Il respiro di un uomo libero”.


“Educare allo sviluppo eco-sostenibile – spiegano gli organizzatori – alla riduzione del consumo di materiale plastico. Proporre processi di cambiamento dei comportamenti e degli stili di vita. Questo è l’intento che muove il progetto che mobilita cittadini, artisti, attivisti, curatori, figure professionali ad un impegno sociale condiviso in favore della tutela ambientale.

LE OPERE E GLI ARTISTI

In anteprima nazionale, un esempio virtuoso è quello di KEFALONIA PLASTIC FREE. Il progetto dell’artista eco-femminista americana PAM LONGOBARDI (New Jersey, 1958), e dalla sua squadra Drifters Project, è iniziato in Grecia nel 2013.

Tra installazioni, fotografia, pittura e tecniche multimediali le opere dell’artista Cileno e residente a Milano, Hérnan Pitto Bellocchio è presente con nuove opere, di cui una rende omaggio alla città di Lecce.

L’artista Cipriota Aristi Hadjisavva, gli artisti francesi Yann Jettain e Timothée Peignier, l’artista svizzera Brigitte Müller Hunziker, il
brasiliano Luciano Fonseca Pinheiro.

E ancora, il venezuelano Alberto Riera, la giapponese Tomomi Sato, l’artista lussemburghese Margot Reding-Schroeder, l’artista olandese e residente in Australia Nel Ten Wolde.

Infine, gli artisti italiani Luca Bray, bresciano residente a Lecce, Luisa Elia, salentina che vive ed opera tra Milano e il Salento e Raffaele Quida, leccese, presente anche con una opera video.

Completa la mostra, la sezione di video arte e short films con le opere di: Nathaniel Cas Ancheta curatore-artista americano; del duo francese Nancy & Philip Barwell; della filmaker turca Irem Coban; del trio performativo italiano Gruppo Sinestetico; della regista americana Kacie Lees, della filmaker croata Tanja Ravlic.

ORARI E INFO

Fondazione Palmieri, Vico Dei Sotterranei, Lecce (Chiesa di San Sebastiano).
Giorni e orari per la visita: Dal Lunedì al Venerdì: 16:00-20:00. Mattina: 11:00-13:00 solo su appuntamento. INFO: [email protected]
(Credits: la foto a corredo di questo articolo è fornita dagli organizzatori dell’evento)


Annunci

Dove andare a Taranto

Locus Festival 2021, tutti gli ospiti e le date
from to
Scheduled
Cinzella, anche Tricky e Almamegretta alle Cave di Fantiano
from to
Scheduled