Il Sorrento si porta via tre punti. Taranto sterile

Il Sorrento si porta via tre punti. Taranto sterile

Il Sorrento raccoglie ciò che non semina. Il Taranto semina ma non sa raccogliere. Un classico della letteratura pallonara: corri, spingi, macini campo ma non vedi quasi mai la porta da vicino.


E quando la vedi, Stracqualursi si fa ipnotizzare dal portiere sparando a colpo sicuro… ma a salve. Appena due i sussulti, firmati da Lagzir e dalla distanza. Anche Santarpia si è mosso bene. Ma la fase offensiva richiede cinismo. Proprio quello che ha premiato il Sorrento (foto copertina di Aurelio Castellaneta).



Il primo tempo finisce 0-0 ma il Taranto dà l’impressione di poterla risolvere agevolmente. Il Sorrento non perviene, del resto, il tabellino è l’impronta di una squadra concentrata che guarda, attende e spera.

Poi, la ripresa che non ti aspetti. Il Taranto non spinge come dovrebbe e per di più regala una punizione inutile sulla bandierina destra. Il primo gol dei campani è un colpo di testa comodo ed efficace. E siamo all’unico concreto merito dei rossoblu, la reattività: al vantaggio del sorrentino Cacace risponde Matute con una zampata sotto porta. Ma saranno gli ospiti a non mollare, sfruttando la ripartenza e una dimenticanza: troppo solo, Liccardi, a sinistra, tanto da aver spazio e tempo per accentrarsi e segnare d’intero destro, sotto l’incrocio: un gol-sentenza bello da far male (chiedere ai 239 paganti). Il Taranto tenta una nuova reazione ma è sterile. Domina gli spazi, tiene il pallone ma non costruisce niente di che. Alla fine vince il Sorrento, che non ruba nulla e merita la sufficienza piena che però genera il miglior risultato possibile. Il Taranto con un po’ di fortuna avrebbe potuto vincerla. Ma non è alla fortuna che bisogna affidare le proprie speranze. Una sconfitta che insegna, insomma. Siamo solo alla quarta giornata.

TARANTO-SORRENTO 1-2


RETI: 69′ Cacace (S), 71′ Matute (T), 78′ Liccardi (S)

TARANTO: Sposito; Boccia, Guastamacchia, Caldore, Ferrara; Matute, Marsili; Lagzir (58′ Falcone), Acquadro (80′ Serafino), Santarpia (58′ Mastromonaco, 90″ Diaby); Stracqualursi (56′ Alfageme) Panchina: Stasi, Rizzo, Shehu, Marino. All. Laterza.

SORRENTO: Scarano, Ale. Gargiulo, Cacace, Mezavilla; Basile, La Monica, Camara, Masullo; Mancino (57′ Masi); Alf. Gargiulo (58′ Liccardi), Cunzi (88′ Procida). Panchina: Orazzo, Cesarano, Terminiello, Somma, Stefanski, Cassata. All. Fusco,


Annunci

Dove andare a Taranto

L'Arsenale di Taranto apre al pubblico nelle Giornate Fai
from to
Scheduled