Ilva, Di Maio: Confronto interessante, non capisco perchè polemizzare

Ilva, Di Maio: Confronto interessante, non capisco perchè polemizzare

“All’incontro sull’Ilva di Taranto c’erano diverse delegazioni. Credo meno di sessanta perchè qualcuno non è venuto. Rispetto la sua decisione, ma non capisco perchè. E’ stata la prima occasione per i cittadini di Taranto di confrontarsi direttamente con Arcelor Mittal. Si passa da un metodo nel quale il mio predecessore firmava il contratto con Arcelor Mittal senza dirlo neanche ai sindacati, ad un momento in cui i cittadini (comitati, associazioni, sindacati, sindaci, presidenti di Regione) possono confrontarsi direttamente con Arcelor Mittal, cioè con l’azienda che chiede di entrare in possesso dello stabilimento Ilva. Questo è il cambio di passo e di metodo che abbiamo introdotto”.


Queste le prime parole pronunciate dal ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio, al termine del vertice sulla vertenza Ilva svoltosi questa mattina nella sede del Mise. Il vicepremier non ha risparmiato una stoccata al sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci che, insieme con altri primi cittadini dell’area a rischio ambientale, al presidente della Provincia e a Confindustria Taranto, ha disertato il vertice romano.



“Non capisco come si possa polemizzare su una cosa del genere – ha aggiunto Di Maio – è stato un confronto pacifico, interessante e non mi interessa se nessuno ha cambiato idea, l’importante è aver dato la possibilità di confrontarsi sugli aspetti tecnici. Ora renderemo pubblico il documento presentatoci da Arcelor Mittal  con le proposte in campo ambientale e occupazionale, affinchè tutto il mondo scientifico italiano possa analizzarle”.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled