Ilva di Taranto, arriva la cassa integrazione per migliaia di operai

Dai contratti di solidarietà alla cassa integrazione. Potrebbe toccare a migliaia di operai dell’Ilva di Taranto. Il prossimo 2 marzo scadrà l’accordo per l’utilizzo della solidarietà e l’azienda sembra intenzionata ad accedere in maniera massiccia a nuovi ammortizzatori sociali. Al momento, non c’è alcuna comunicazione ufficiale, ma indiscrezioni raccolte da fonti sindacali.


Domani è previsto un incontro in fabbrica tra azienda e sindacati e, certamente, si avranno notizie più precise. L’incertezza occupazionale incombe nuovamente sul futuro degli operai Ilva. Il ricorso alla cassa integrazione potrebbe interessare almeno 4000 unità. Si tratta di un’ipotesi ufficiosa, ma che ha già fatto storcere il naso ai sindacati, pronti ad opporsi fermamente a questa eventualità. La cassa integrazione, inoltre, comporterebbe un’ulteriore contrazione del reddito degli operai con gravi conseguenze sulle famiglie e sull’economia del territorio ionico.




Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled