Ilva, domani a Tamburi la ricerca delle verità seminascoste

Ilva, domani a Tamburi la ricerca delle verità seminascoste

Domani, 25 febbraio, sarà trascorso un anno  dalla manifestazione promossa da Giustizia per Taranto. Nonostante siano passati tanti giorni dalla marcia, la strada per le bonifiche, il risarcimento, la chiusura delle fonti inquinanti e la riconversione del territorio è ancora molto lontana, ricordano gli organizzatori.


“Per continuare a chiedere verità e giustizia,  abbiamo organizzato un evento per fare un punto sulla complicata questione Ilva ed andare oltre alla propaganda che distorce le informazioni ad uso e consumo di Governo e nuovi acquirenti. Cosa sta accadendo attorno alla vendita del siderurgico?  – è la prima delle domande – E’ vero che la situazione sanitaria attuale è migliorata? È credibile il piano ambientale concordato fra Governo e acquirenti della fabbrica? Davvero non ci può essere un futuro per Taranto oltre all’Ilva?”.



Domani confronto pubblico a Tamburi, dunque. Invitati da Giustizia per Taranto, Valentina Petrini, giornalista Rai, Barbara Valenzano, ingegnere esperto in processi industriali e custode giudiziario Ilva, Maria Grazia Serra, pres. Isde Medici per l’ambiente di Taranto, e Angelo Consoli, presidente del CETRI, Centro Europeoper la Terza Rivoluzione Industriale e direttore dell’ufficio europeo di Jeremy Rifkin. L’appuntamento è per domani 25 febbraio alle 9,30 nel centro polivalente Giovanni Paolo II, al quartiere Tamburi.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled