Ilva, in vigore il decreto n.12. Ecco il testo ufficiale

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 29 settembre 2017  “Approvazione delle modifiche al Piano delle misure e delle attivita’ di tutela ambientale e sanitaria di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 14 marzo 2014, a norma dell’articolo 1, comma 8.1., del decreto-legge 4 dicembre 2015, n. 191, convertito, con modificazioni, dalla legge 1º febbraio 2016, n. 13. (17A06690) (GU Serie Generale n.229 del 30-09-2017)“.


Decreto numero 12 in vigore da due giorni. Dunque, comincia ufficialmente l’ìter per il via libera politico-istituzionale a quanto richiesto da Mittal in materia di autorizzazioni di carattere impiantistico e produttivo, relativamente alla centralissima esigenza di tutela ambientrale e sanitaria. A Taranto, questa nuova Aia è stata accolta, dalla maggior parte degli osservatori e degli addetti ai lavori, con scetticismo e diffidenza. La sensazione diffusa, al netto di chi non ha nemmeno partecipato alla campagna di osservazioni sull’autorizzazione richiesta dai nuovi gestori di Ilva (pratica ritenuta superflua….) è che si tratti di una mano tesa ai nuovi proprietari e di una eccessiva dilazione dei tempi e  delle procedure. Tempi di attuazione (copertura parchi ecc ecc) ritenuti, infatti, troppo lunghi rispetto alle richieste della popolazione inquinata. Ecco di seguito il testo del decreto:



   

IL PRESIDENTE 
                     DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 
 
  Visto il decreto-legge  4  dicembre  2015,  n.  191,  «Disposizioni
urgenti per la cessione a terzi dei complessi  aziendali  del  Gruppo
ILVA», convertito con modificazioni nella legge 1° febbraio 2016,  n.
13; 
  Visto il  decreto-legge  9  giugno  2016,  n.  98,  convertito  con
modificazioni nella legge 1° agosto 2016, n.  151,  di  modifica  del
decreto-legge 4 dicembre 2015, n. 191; 
  Visto il decreto del Ministro  dell'ambiente  e  della  tutela  del
territorio e del mare, n. 205  del  18  luglio  2016  di  nomina  del
Comitato di esperti di cui all'art. 1, comma 8.2 del decreto-legge  4
dicembre 2015, n. 191; 
  Visto il  decreto-legge  30  dicembre  2016,  n.  244,  «Proroga  e
definizione di termini», convertito con modificazioni nella legge  27
febbraio 2017, n. 19,  che  stabilisce  che  la  realizzazione  degli
interventi  e'  da  attuare  entro   la   scadenza   dell'AIA   dello
stabilimento siderurgico ILVA S.p.A. in corso di validita', ossia  il
23 agosto 2023; 
  Visto il decreto del  Ministero  dello  sviluppo  economico  del  5
giugno 2017 di aggiudicazione della procedura  di  trasferimento  dei
complessi aziendali del gruppo ILVA in A.S. alla societa' AM InvestCo
Italy S.r.l.; 
  Vista la domanda di AIA presentata da AM InvestCo Italy S.r.l., con
sede legale in Milano, viale Brenta, 27/29, C.F. e P. IVA 09520030967
(nel seguito domanda di AIA) in data 5 luglio 2017 e  successivamente
integrata  con  nota  del  31  luglio  2017,  che  costituisce  parte
integrante del presente decreto; 
  Considerato che la domanda di AIA e' stata pubblicata sul sito  web
del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del  mare
per il periodo di 30 giorni  previsto  all'art.  1,  comma  8.1,  del
decreto-legge 4 dicembre 2015, n. 191; 
  Visto il parere del Comitato di  esperti  del  27  settembre  2017,
prot. CESP/U/134/27-09-2017 contenente anche la relazione di  sintesi
sulle osservazioni ricevute sulla domanda di AIA di AM InvestCo Italy
S.r.l. di cui all'art. 1, comma 8.1,  del  decreto-legge  4  dicembre
2015, n. 191; 
  Vista la nota del 27 settembre 2017 con la quale il Ministero dello
sviluppo economico ha chiesto che il presente  provvedimento  includa
specifiche indicazioni in relazione alle modalita' di  controllo  del
recupero di scorie di fusione ed al ristoro degli  oneri  di  pulizia
stradale al Comune di Statte; 
  Vista  la  proposta  in  data  27  settembre  2017   del   Ministro
dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e del Ministro
dello sviluppo economico; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri,  adottata  nella
riunione del 28 settembre 2017; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
 
                Piano delle misure e delle attivita' 
                  di tutela ambientale e sanitaria 
 
  1. E'  approvata  la  modifica  del  Piano  delle  misure  e  delle
attivita' di tutela ambientale e sanitaria  di  cui  al  decreto  del
Presidente del  Consiglio  dei  ministri  del  14  marzo  2014,  come
riportato nel presente decreto e negli  allegati,  che  costituiscono
parte integrante del presente decreto. 
          Avvertenza: 
              La domanda di AIA del 5  luglio  2017,  successivamente
          integrata il 31 luglio 2017, costituente  parte  integrante
          del  presente  decreto,  non  viene  riprodotta  in  quanto
          consultabile   sul   sito   istituzionale   del   Ministero
          dell'ambiente e della tutela del  territorio  e  del  mare:
          http://aia.minambiente.it 
 

 


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled