Ilva, trattativa nella notte ma senza accordo

La notte non ha portato consiglio. Nonostante un confronto proseguito fino all’una di notte, sindacati e AmInvestCo non hanno raggiunto un’intesa sull’Ilva. Tra le parti ci sarebbero ancora “distanze importanti”. Il nodo da sciogliere resta quello dei livelli occupazionali. L’acquirente che si è aggiudicato il bando del Mise nello scorso mese di giugno, assicura l’assunzione di 10mila unità per tutta la durata del piano industriale, cioè fino al 2023. Dopo quella data l’organico dovrebbe diminuire di altre 1500 unità. Una prospettiva che il sindacato respinge in maniera decisa.


Di fronte al rifiuto delle organizzazioni sindacali, Arcelor Mittal avrebbe tentato qualche apertura. Secondo quanto riferito all’Ansa dal segretario generale della Uilm Rocco Palombella (tarantino), però, ”le proposte di Mittal  sono ancora insufficienti per poterle considerare presupposto di un accordo”. In queste ore sono in corso assemblee di fabbrica per informare i lavoratori. Il confronto potrebbe proseguire in giornata.




Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled