“Impunità di gregge”, un libro-inchiesta sul lato oscuro dello sport

“Impunità di gregge”, un libro-inchiesta sul lato oscuro dello sport

Presi singolarmente sesso e sport sono argomenti che fanno molto discutere. Messi insieme rischiano di diventare esplosivi. Con coraggio Daniela Simonetti propone un libro-inchiesta su un tema inedito e scomodo.


“Impunità di gregge. Sesso, bugie e omertà nel mondo dello sport” (Chiarelettere) in libreria dal 25 febbraio, vuole mostrarci tutto l’iceberg, non solo la punta, di un malessere più diffuso di quanto si possa immaginare.



LA PUNTA DELL’ICEBERG

I numeri ufficiali, infatti, parlano di 86 casi censiti dalla Procura generale
del Coni dal 2014 al 2019 e di oltre venti processi all’anno avviati dalla magistratura ordinaria che si concludono con pene detentive dai tre ai sei anni a carico di tecnici tesserati. Ma questo, appunto, è quello che affiora.

Daniela Simonetti, da giornalista esperta, svolge un’inchiesta a tratti sconvolgente. Ci parla di regole che sembrano fatte apposta per tollerare e coprire le violenze sui tesserati da parte di altri tesserati. Il ventaglio proposto nel libro è ampio: dal bullismo alla pedofilia, alle molestie sessuali.

Episodi spesso minimizzati e trattati con sufficienza, scrive l’autrice. Tanto che le stesse vittime non denunciano per paura di non essere credute e per vergogna. La prefazione al libro è di Marco Travaglio.


Al netto di tutto, in discussione non è la funzione educatrice dello sport. Anzi, l’autrice auspica che “questo libro serva a rompere il muro di omertà e dare coraggio alle federazioni sportive di guardare dentro sè stesse e denunciare ogni forma di violenza in difesa dei giovani e dello sport”.

Daniela Simonetti, è una giornalista dell’Ansa, tarantina d’origine. Ha fondato la prima associazione italiana contro gli abusi sessuali nello sport, Il Cavallo Rosa/ChangeTheGame (changethegame.it).

L’associazione raccoglie le confidenze delle vittime di atti sessuali nel mondo dello sport. Le accompagna nel difficile percorso di denuncia davanti agli organi di giustizia ordinaria e sportiva.

Dal settembre 2018 a oggi l’associazione ha presentato, per conto di vittime di reati di abusi sessuali su minori in ambito sportivo, sei esposti alle Procure federali con conseguente adozione da parte degli organi di giustizia della sospensione di un istruttore e la radiazione di altri due.


Annunci

Dove andare a Taranto