Inquinamento Taranto: 7,5 milioni inutilizzati dalla Regione Puglia

Ci sono 7,5 milioni di euro per il potenziamento dell’Arpa di Taranto, ma la Regione Puglia non li utilizza. Perchè? Il caso è finito in Parlamento con un’interrogazione rivolta al ministero dell’Ambiente. La somma è stata stanziata circa sette mesi fa a seguito di un emendamento al Dl n. 98 presentato dall’on. Ludovico Vico e dai deputati pugliesi del Pd. Il Governò ha stanziato 7,5 milioni di euro (2,5 per il 2016 e 5 per il 2017) destinati al potenziamento del personale dell’Arpa di Taranto al fine di consentire all’Agenzia regionale per la protezione ambientale maggiori possibilità di intervento, di monitoraggio e di indagine dell’area ionica.


A distanza di sette mesi è ancora Vico ad aver riproposto l’argomento al ministero dell’Ambiente. Secondo le stime della stessa Regione Puglia l’Arpa di Taranto ha un organico sottodimensionato del 50% eppure “ad oggi – si legge nell’interrogazione parlamentare -nonostante le ripetute sollecitazioni istituzionali e provenienti anche dalle organizzazioni sindacali, la Regione non ha autorizzato Arpa Puglia all’assunzione di nuovo personale e neppure ha proceduto a reperire e trasferire le risorse finanziarie finalizzate alle assunzioni in deroga. La conseguenza di tale ritardo è la perdita dei 2 milioni e 500 mila euro destinati dal citato decreto legge per il potenziamento del personale nell’anno 2016, e purtroppo con un immobilismo che caratterizza anche il 2017”.



Il parlamentare sollecita il Governo e chiede “quali iniziative intenda assumere al fine di sollecitare la Regione Puglia a dare seguito a quanto previsto dalla normativa per l’incremento del personale in servizio presso Arpa Puglia e Arpa Taranto scongiurando la perdita delle risorse”. Vico ipotizza anche “l’opportunità di procedere alla individuazione di poteri sostitutivi con l’obiettivo di assicurare le ormai indispensabili assunzioni per il buon funzionamento degli organismi di controllo ambientale”.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Periferie, il Crest racconta l'Italia in sei spettacoli
from to