Io leggo perché… scrivo

Io leggo perchè…se dovessi fare l’elenco delle motivazioni che mi spingono a cominciare un libro non la finiremmo più. Di certo non posso negare una sorta di curiosità benevola che mi spinge a cercare tra le righe caratteristiche di chi scrive. Questa cosa dovrebbe farmi riflettere, perchè, essendo una scrittrice ( ci si prova almeno) mi sento spesso in difficoltà durante le presentazioni, quando scorgo delle certezze negli occhi del pubblico. Quelle certezze confermano l’idea che il mio scrivere sia un mettersi a nudo. Detto questo, appartengo alla categoria di persone che si inebria del profumo di un libro nuovo e si commuove spulciando tra i libri usati. Placo la mia irrequietezza aggirandomi nelle librerie e riempiendomi gli occhi di colori e titoli. Leggerei di continuo anche se spesso la mancanza di tempo mi porta più a scrivere pessime storie che a leggerne di splendide. La lettura è il mio rifugio da sempre ed anche il portale verso tutte le esistenze che sono in nuce dentro di noi e che aspettano solo che si abbia il coraggio di voltare pagina.


Gaia Favaro




Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled