La Rai ricorda Umberto Eco a cinque anni dalla scomparsa

La Rai ricorda Umberto Eco a cinque anni dalla scomparsa

Semiologo, scrittore, filosofo, saggista, professore universitario. Oggi ricorre il quinto anniversario della morte di Umberto Eco, scomparso a 84 anni il 19 febbraio del 2016.


La Rai ha ricordato il grande intellettuale con una programmazione speciale per oggi 19 febbraio che ha riguardato radio e Tv abbracciando sia gli spazi di approfondimento che i Tg e i Gr.



Sul portale Rai Cultura saranno disponibili due diverse iniziative:
“Il nome della rosa di Umberto Eco” per la Serie Web: “Scrivere un classico nel Novecento” dove Matteo Motolese, docente di Linguistica italiana all’Università La Sapienza di Roma, conduce all’interno del romanzo, ricostruendo la sua genesi, la sua attenta pianificazione, il gioco letterario che richiama le figure di Sherlock Holmes e Watson, le critiche ricevute al momento della pubblicazione e l’enorme successo di pubblico in tutto il mondo. https://www.raicultura.it/raicultura/speciali/scrivereunclassiconelnovecento/
“Umberto Eco, intellettuale poliedrico”, un WebDoc ricco di contenuti e approfondimenti sulla sua vita, le sue opere, e soprattutto sulla sua formidabile erudizione e versatilità intellettuale. Le sezioni del WebDoc approfondiscono, con decine di video, l’”Ecopensiero”, la sua capacità di affabulatore, il rapporto con la televisione e sono arricchite da una galleria fotografica, date e i numeri significativi, aforismi.
https://www.raicultura.it/webdoc/umberto-eco

Grande spazio all’omaggio a Umberto Eco anche su RaiPlay che dedica un’intera collezione di contenuti al grande studioso e scrittore. L’offerta sulla piattaforma si articola in due sezioni.

La prima presenta il semiologo, lo scrittore, il narratore, l’appassionato di arte e storia con contenuti come “L’alter-Eco: Umberto lo storico delle idee”
https://www.raiplay.it/programmi/laltereco-umbertolostoricodelleidee


La seconda racconta il suo capolavoro letterario: “Il nome della rosa”, uno dei romanzi di maggior successo di tutti i tempi, portato sullo schermo cinematografico nel 1986 da Jean-Jacques Annaud con Sean Connery nei panni del protagonista Guglielmo da Baskerville e diventato miniserie tv Rai nel 2019 con John Turturro, per la regia di Giacomo Battiato.

Tra i contenuti disponibili anche l’intervista al regista che ne racconta la gestazione. (Fonte: Ufficio stampa Rai)
https://www.raiplay.it/video/2019/02/Il-nome-della-rosa-serie-extra-Intervista-Giacomo-Battiato-8ecfb012-6ebd-4239-be80-c2acf3870e5b.html


Annunci

Dove andare a Taranto