La reazione dell’Ilva: Ordinanza illegittima. Annunciato il ricorso

La reazione dell’Ilva: Ordinanza illegittima. Annunciato il ricorso

Dura reazione, quasi stizzita di llva in Amministrazione Straordinaria all’ordinanza del sindaco di Taranto con la quale si chiede l’adozione di misure urgenti entro 30 giorni, a tutela della salute pubblica.


“Il provvedimento – scrivono i commissari in una nota diffusa alla stampa – interviene in un momento in cui ci si sta prodigando per l’auspicata riconversione dello stabilimento nell’ambito del generale progetto per la città di Taranto, a favore della quale, com’è noto, il Governo profonde numerose energie.



Fermi restando gli accertamenti che saranno effettuati sulla natura e la provenienza delle emissioni su cui si fonda il provvedimento, ILVA in A.S. – per quanto ad essa riferibile – ritiene illegittima, inappropriata e sproporzionata l’ordinanza che incide sull’esercizio di uno stabilimento d’interesse strategico nazionale e su interessi che devono trovare la loro composizione e il loro bilanciamento attraverso l’appropriato uso degli strumenti ordinari. Ilva in A.S. si riserva quindi di impugnare l’ordinanza dinanzi alle autorità competenti”.

Non si è fatta attendere la reazione del sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci. “Prendo atto delle affermazioni dei Commissari – afferma – immagino sapranno supportarle adeguatamente nelle sedi preposte. Mi sento dalla parte giusta, la parte della salute, per cui ho responsabilità, sono con i miei concittadini ed i bambini di Taranto. Di certo, mi sarei aspettato di vedere i Commissari di Governo dalla stessa parte, la parte che sta indicando il Presidente Conte per l’intero Paese”.


Annunci


Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled