L’Università di Bari amplia la fascia di esenzione dalle tasse

L’Università di Bari amplia la fascia di esenzione dalle tasse

Per il prossimo anno accademico 2020/2021 l’Università di Bari ha  approvato, in deroga al regolamento tasse e contributi, l’esenzione  
completa delle tasse per le matricole e per gli iscritti con Isee fino a 25mila euro.


La soglia è stata alzata di 5 mila euro rispetto a  
quanto previsto dal ministero (che fissa il tetto a 20mila di Isee per  l’esenzione) in modo da evitare che la crisi economica innescata dal  Covid-19 favorisca l’abbandono degli studi e favorire le famiglie che  sono state più colpite dall’emergenza coronavirus.



“Il momento che stiamo vivendo richiede interventi straordinari – ha  dichiarato il Rettore Stefano Bronzini – e per questo l’Università di  
Bari ha varato misure coraggiose e importanti. Rispetto all’emergenza  economica, abbiamo deciso, tenendo conto delle difficoltà delle  
famiglie, di destinare una notevole parte delle nostre risorse interne  per garantire che tutti gli studenti possano terminare o intraprendere  
il percorso di studi.”

E’ stato inoltre  approvato il piano straordinario per il personale  docente e ricercatore del triennio 2020/2022 che prevede l’assunzione  
di 151 professori, 23 ordinari e 138 associati e 51 posizioni di  Ricercatori di tipo B. L’assegnazione ai vari dipartimenti delle 51 posizioni del Piano straordinario ministeriale per il reclutamento di  
RTDb è avvenuta sulla base del fabbisogno e delle progettualità  strategiche avanzate dai Dipartimenti stessi in linea con il Piano  
strategico d’Ateneo. Le posizioni verranno bandite dopo l’estate e le nuove figure  prenderanno servizio nel 2021.

“Accanto all’innalzamento delle no-tax area abbiamo voluto, con il  piano straordinario, investire sul reclutamento perché il capitale  
umano è la vera forza da cui può ripartire il nostro paese. Ringrazio  i Dipartimenti – ha aggiunto il Rettore- che nonostante l’emergenza  
sono riusciti, tutti, a portare a termine la fase di programmazione  per il nuovo reclutamento, e anche gli uffici della nostra  Amministrazione che hanno fatto un importante lavoro di coordinamento.  Questo  ci consentirà di consolidare la nostra offerta formativa  
perché  siamo certi che investire nella conoscenza, nella formazione e  nella ricerca rappresenti un investimento sul futuro del Paese.”




Annunci

Dove andare a Taranto

Magna Grecia Festival: a Taranto l'incanto del tramonto, la magia della musica
from to
Scheduled
Diodato al Cinzella Festival. Ecco il programma completo
from to
Scheduled