Martina Franca (Taranto), quando a molestare è una donna

Singolare vicenda in concomitanza con la giornata internazionale della violenza sulle donne. Una storia che arriva da Martina Franca, in provincia di Taranto portata alla luce dai carabinieri della cittadina della Valle d’Itria con l’arresto di una 43enne di origini albanesi. Le manette sono scattate a seguito di una segnalazione giunta al 112 nella tarda serata di venerdì 24 novembre 2017.


Dall’altro capo del telefono c’era una donna in evidente stato di agitazione che segnalava ai carabinieri una presenza molesta fuori dal cancello della sua abitazione. Sul posto si è immediatamente recata una “gazzella” dell’aliquota radiombile della Compagnia di Martina Franca che ha individuato ed identificato il molestatore, anzi la molestratrice. Si trattava, infatti, della 43enne poi arrestata, nei confronti della quale vigeva un provvedimento cautelare che le impediva di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla vittima che aveva già querelato la donna di origini albanesi che si era invaghita di lei.



Non essendo corrisposta aveva messo in atto una serie di comportamenti persecutori: appostamenti, invio di lettere e di messaggi telefonici contenenti molestie. Da qui la querela che ha fatto scattare il provvedimento restrittivo emesso dal giudice del tribunale di Taranto. La 43enne è stata arrestata per la violazione della misura cautelare e perchè colta in flagranza mentre compiva ulteriori atti persecutori. Il Pm di turno del tribunale, Ida perrone, ha disposto gli arresti domiciliari.


Annunci

Dove andare a Taranto

Tarentum, la nuova stagione
from to
Scheduled