Medimex 2021 a Taranto e Brindisi nel segno della New Wave

Medimex 2021 a Taranto e Brindisi nel segno della New Wave

Medimex 2021 si farà a Brindisi ed a Taranto. Dopo lo stop del 2020 dovuto alla pandemia, la macchina organizzativa della rassegna è già in attività. Ovviamente si programma tutto sperando che la situazione dei contagi non debba costringere a nuovi stop forzati.


“I contatti sono in corso e il filo conduttore, come annunciato in chiusura dell’edizione 2019, sarà il periodo che va dal punk alla new wave”. Queste le parole di Cesare Veronico coordinatore di Puglia Sounds e direttore artistico di Medimex, a margine della conferenza stampa di presentazione di Bowie Night, in programma al teatro Orfeo di Taranto il prossimo 11 settembre.



Cesare Veronico, Medimex (foto laRinghiera)

Sollecitato dei giornalisti Veronico ha indicato anche il periodo in cui si svolgerà Medimex 2021. “Si comincia il 17 giugno a Brindisi e si chiude il 26 dello stesso mese a Taranto. Come promesso abbiamo voluto tenere fede all’impegno preso nei confronti di queste due comunità”.

Lavori in corso, ovviamente, sulla line up del festival, ma al momento non c’è ancora nulla di definito. A Taranto si lavora per Bauhaus e Pretenders, a Brindisi attenzione puntata su Marc Almond ex Soft Cell. Contatti anche per Simple Minds, New Order, Cult. “Ma non ci sarà solo new wave”, tranquillizza Veronico.

Medimex 2021 renderà omaggio con mostre fotografiche ed eventi paralleli ad un periodo di grande fermento per la Puglia con Taranto e Bari capofila di una “scena” musicale dinamica e vitale. “Almeno da una di queste due città, talvolta da entrambe – ha ricordato Veronico – negli anni Ottanta facevano tappa le maggiori band dell’epoca. Bari e Taranto primeggiavano rispetto a piazze più grandi come Roma e Napoli. I tour italiani dei gruppi più seguiti prevedevano Milano, Bologna, Firenze e poi Bari e Taranto”.


Il direttore del Medimex ha buttato acqua sul fuoco delle polemiche sui costi della rassegna. “Ho letto e sentito cifre incredibili – ha detto – Patti Smith a Taranto è costata 100mila euro, ma ha fatto 7mila paganti ed il suo cachet è stato coperto con gli incassi ai quali bisogna aggiungere la quota parte di introiti derivanti dagli sponsor: Birra Raffo, per esempio, ha investito 110mila euro nel 2019”.


Annunci

Dove andare a Taranto

Marina di Taranto, cinema in spiaggia, film sotto le stelle... sdraiati sul lettino
from to
Scheduled
Com'eri vestita? 17 abiti raccontanto storie maledette
from to
Scheduled
Mottola, il Festival della Chitarra sbarca sul web
from to
Scheduled