Mobilità sostenibile, bike sharing a Statte

Mobilità sostenibile, bike sharing a Statte

Dai 14 anni in su d’ora in poi muoversi nell’abitato di Statte a bordo di una e-bike (bicicletta ecologica) a pedalata assistita sarà più semplice. E’ in funzione, infatti, il servizio di Bike Sharing voluto dall’Assessorato Ecologia e Ambiente del Comune di Statte, nell’ambito delle azioni di mitigazione ambientale e di individuazione delle assi BES (benessere equo e sostenibile) in collaborazione con la società SITAEL S.p.A.


“Una flotta di 15 bici elettriche con una pedalata agevole e facile adatta anche a persone con qualche difficoltà motoria – spiega il Sindaco di Statte, Franco Andrioli – consentirà di cambiare le abitudini degli stattesi, anche solo per andare a fare la spesa o recarsi a scuola o in ufficio. Si tratta di una piccola cosa, messa a disposizione a titolo gratuito – continua il primo cittadino – che insieme ai lavori di ripristino del manto stradale, alla manutenzione del verde e alla pubblica illuminazione renderà il territorio di Statte maggiormente fruibile e bello da vivere”.



Cos’è il Bike Sharing? E’ un servizio pubblico di noleggio a titolo gratuito. Le 15 e-bike che costituiscono la flotta iniziale, sono dotate di un gps che traccia le percorrenze, di un lucchetto antifurto che consente il blocco della bici, di una applicazione mappe e sono sorrette da una sistema di pedalata assistita: una formula dolce per pedalare risparmiando ad esempio la fatica sulle strade più irte.

Chi può noleggiare l’e-bike? La bici a pedalata assistita è un mezzo che può essere noleggiato ai cittadini dai 14 anni in su, attraverso la stipula di un mini-contratto che previa registrazione dell’utente e consegna del documento di identità, consente a chi noleggia il mezzo di prelevare una bici da uno dei due punti di prelievo/riconsegna, predisposti dall’Associazione Arcobaleno, in Via Bainsizza, 61 e in via Giordano 33B. Possono noleggiare le bici anche i minori di 18 anni (età minima consentita 14 anni), per cui sarà necessario l’accompagnamento e l’assunzione di responsabilità da parte dell’adulto (genitore o chi esercita la potestà genitoriale).

Servizio gratuito. Le e-bike sono gratuite perché condivise, e pertanto ad ogni cittadino è richiesto il rispetto degli altri al fine di poter consentire al servizio di sostenersi e progredire. La formula “sperimentale”, infatti, è tutta legata alla capacità dell’intera comunità di Statte di preservare questa piccola-grande conquista di civiltà. L’utente che noleggia l’e-bike è responsabile personalmente dei danni che potrà arrecare al mezzo e risponderà di furti o danneggiamenti ai sensi degli articoli del codice civile.



Annunci

Dove andare a Taranto