Molluschicoltura, convenzione per la nuova classificazione delle acque

Molluschicoltura, convenzione per la nuova classificazione delle acque

Novità in arrivo per quanto riguarda le acque costiere destinate alla molluschicoltura e all’acquacoltura. Si tratta di un argomento che riguarda da vicino Taranto, patria dei mitili.


Venerdì 22 gennaio, alle ore 11, infatti, si terrà la conferenza stampa di presentazione della convenzione tra l’Agenzia regionale per la Prevenzione e la Protezione dell’Ambiente della Puglia (Arpa) e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata (Izspb).



I due enti illustreranno l’avvio del progetto finanziato dalla Regione Puglia, in merito alla riclassificazione delle acque costiere destinate alla molluschicoltura e all’acquacoltura.

All’incontro parteciperanno il presidente della Regione Puglia,
Michele Emiliano; l’assessore regionale all’Ambiente, Anna Grazia Maraschio, l’assessore regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco.

Presenti, inoltre, il direttore generale di Arpa Puglia, Vito Bruno; il
direttore generale dell’Izspb, Antonio Fasanella, il responsabile del Centro regionale mare di Arpa Puglia, Nicola Ungaro, il dirigente della Sezione Promozione della Salute e del Benessere della Regione Onofrio Mongelli, la responsabile di Microbiologia degli alimenti dell’Izspb, Elisa Goffredo.



Annunci

Dove andare a Taranto